contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Piano casa, il comune aderisce a un'iniziativa di Anci

2' di lettura
924

paolo pasquini

La giunta, riunita martedì mattina a Palazzo del Popolo ha approvato e deferito al Consiglio, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Paolo Pasquini, il piano Peep Apl 32 G1 Ghettarello e il Ppe Apl 23 bis Valle della Lodola Nord.

Sempre su indicazione dell’assessore Pasquini, l’esecutivo ha aderito a una iniziativa di Anci nazionale, che prevede di realizzare una serie di convegni sul territorio nazionale per spiegare agli operatori il Sistema integrato di fondi previsto dal Piano Casa nazionale e le modalità di accesso agli investimenti del Fondo investimenti per l’abitare della società di gestione della Cassa depositi e prestiti (che collabora alla realizzazione dell’iniziativa).

Ancona sarà uno dei Comuni d’Italia in cui si svolgeranno i convegni, insieme con Napoli, Potenza, Modena, Padova, Palermo, Pisa. L’iniziativa, che nel capoluogo marchigiano è in programma per il 9 febbraio, consentirà di approfondire i temi della domanda e del disagio abitativo, le modalità di costituzione dei fondi immobiliari locali, la gestione immobiliare e sociale degli interventi, le procedure per la valorizzazione/dismissione di immobili pubblici da destinare a interventi di social housing.

Il programma dettagliato sarà trasmesso nelle prossime settimane. Su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pesaresi, inoltre, la giunta ha deciso di procedere a una ricognizione del fabbisogno tecnologico del magazzino e del servizio verde (unità giardinieri). “La ricognizione – spiega Pesaresi – è importante poiché serve garantire la massima efficienza rispetto a questi servizi, che consideriamo strategici perché funzionali alla riqualificazione urbana. In vista del bilancio, inoltre, è estremamente utile fare il punto sugli investimenti necessari in questo settore, così che la giunta e il consiglio possano assumere le relative decisioni in piena consapevolezza”.



paolo pasquini

Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2011 alle 16:51 sul giornale del 12 gennaio 2011 - 924 letture