Atletica: Tricolori master, Ancona saluta un'edizione da record

11' di lettura Ancona 06/03/2011 -

Un gran finale per i Campionati italiani master indoor di Ancona, con tanti record al Banca Marche Palas. Due migliori prestazioni mondiali e 41 nazionali, nella rassegna tricolore over 35 che ha visto numeri imponenti di partecipazione: 1338 iscritti per un totale di 2707 atleti-gara, in rappresentanza di 314 società, a confermare un trend positivo rispetto alle precedenti edizioni.



Dopo i primati iridati dei giorni scorsi, firmati da Luciano Acquarone (Olimpia Amatori Rimini) sui 3000 metri MM80 in 13’26”23 e Graziano Morotti (Us Quercia Trentingrana) nei 3000 metri di marcia MM60 con il tempo di 13’46”98, si aggiungono risultati da guinness anche nella sessione conclusiva di gare. Nuova sfida dello sprint MF45 tra Marta Roccamo (Cus Palermo) e Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona), con la siciliana ancora davanti sul traguardo dei 200 metri per centrare un altro primato italiano: 27”49 e soli cinque centesimi di vantaggio sull’avversaria marchigiana, mamma di Nicolò Tamberi, bronzo juniores ai recenti Tricolori giovanili nel salto in lungo. La Gambelli, riserva della 4x100 azzurra ai Giochi Olimpici di Seul ’88, ha ricominciato due anni fa, invogliata dagli Europei master organizzati proprio ad Ancona, dopo quasi vent’anni di stop agonistico. E soprattutto svolge attività come tecnico: “Infatti, per allenare me stessa, non potrei mai rinunciare a seguire i ragazzi – ammette l’anconetana - che è la motivazione principale per andare tutti i giorni al campo di atletica. Speravo in una vittoria almeno sui 200, mancata di poco. Sogno di correre una staffetta insieme a mia figlia Lorenza, adesso ferma per un infortunio”.

Di nuovo record anche per Daniela Ferrian (Pol. Mezzaluna Villanova Asti), che toglie più di un secondo al vecchio limite correndo in 28”56. Nella categoria MF40, l’oro va a Denise Caroline Neumann (Atl. Ambrosiana), al suo primo titolo tricolore master con la nuova miglior prestazione italiana, 27”01. Frequenta le piste da appena tre anni, dopo aver praticato a lungo il calcio: “L’emozione che si prova nel sentire la velocità è irrinunciabile, e poi l’atletica è uno sport educativo per tutti”, sorride la milanese di origine mitteleuropea, con radici ceche, ungheresi e austriache. Emozionanti le gare di mezzofondo sugli 800 metri, in cui Barbara Martinelli si migliora sugli 800 MF45 e abbassa il suo primato fino a 2’22”19, per festeggiare sul podio insieme ai due figli, in un bel quadro di famiglia. “La prima maglia tricolore l’ho vinta da allieva - spiega raggiante la portacolori dell’Us San Vittore Olona 1906 - poi diverse presenze in Nazionale, con la partecipazione anche ai Giochi del Mediterraneo nel ’91, prima di interrompere. Ma non potevo stare troppo lontana dall’atletica. La scorsa stagione ho provato a ricominciare, quasi per gioco, ma con qualche problema ai tendini: mi sono curata, ho perso peso e adesso le gambe girano di nuovo bene, poi l’adrenalina dei risultati spinge sempre più avanti, tant’è che per il prossimo anno punto al record mondiale”.

Duecento metri da primato tra gli MM55 con la volata di Marco Morigi (Edera Atl. Forlì), oro in un imbattibile 24”53, mentre si concede il bis Antonio Rossi (Athlon Bastia), perugino di Bettona, che nella gara MM60 riesce a sconfiggere Vincenzo Felicetti (Nuova Atl. Calabria), ieri primo sui 400. “Ho cominciato tardi a correre - racconta Rossi - in pratica all’età di 35 anni, ma con serietà e metodo soltanto dopo averne compiuti 45. Una passione da affrontare con divertimento, senza esasperazioni, perché fare attività fisica è cultura di vita, a tutte le età”. Tra gli altri risultati, la doppietta 60-200 del neomaster Aldo Marco Alaimo (Cus Palermo); vittoria nel lungo MM65 per Lamberto Boranga (Olimpia Amatori Rimini), ex portiere in serie A, che replica l’oro di ieri nel triplo; una prova appassionante nell’alto MF45, in cui la spunta Tiziana Piconese (Lagarina Crus Team) su Giuliana Deromedi (Css Leonardo da Vinci) alla quota di 1.53. In gara anche il presidente del Coni Marche, Fabio Sturani (Sport Dlf Ancona), che ha corso in 2’43”53 sugli 800 metri MM50, senza dimenticare che nella giornata di ieri lo stilista Ottavio Missoni (Amatori Masters Novara) si è aggiudicato la gara del peso MM90 con un lancio a 7.20.

Nel salto in alto, la marchigiana Giulia Lucia Perugini (Sef Macerata) valica 1.05, per stabilire il primato italiano MF75. “Sono molto soddisfatta, in proporzione ho sempre ottenuto risultati migliori da master piuttosto che da giovane, anche un titolo mondiale qualche anno fa. E vado avanti, lo sport fa bene alla testa ancor prima che al fisico, perché è gratificante”. Il bilancio finale per le Marche è più che buono: 68 medaglie in totale, di cui 20 d’oro. Nella giornata di domenica, salgono sul gradino più alto del podio anche Giuseppe Parenti (Cus Urbino) negli 800 MM70 in 3’03”52, Raffaello Piermattei (Atl. Fabriano) con 3.69 nel lungo MM75, la staffetta 4x200 MM55 della Sef Macerata composta da Giulio Mallardi, Livio Bugiardini, Roberto Masi, Alessandro Tifi in 1’46”90.

La manifestazione è servita anche per assegnare il primo Campionato italiano indoor di società master. Al maschile, si afferma l’Olimpia Amatori Rimini davanti a Liberatletica e Athlon Bastia; tra le donne, successo per la Penta Sport Trieste su Romatletica e Asi Veneto. Per i master adesso è alle porte l’appuntamento internazionale della stagione, con gli Europei indoor dal 16 al 20 marzo a Gent, in Belgio.

Nell’ambito della rassegna tricolore, si è svolto ieri sera l’incontro sul tema “La FIDAL e l’attività master 2011”. Presenti i consiglieri federali delegati all’area master, Pierluigi Migliorini e Francesco De Feo, che nella loro introduzione hanno assicurato l’attenzione della FIDAL verso questo movimento, sempre in crescita. Il consigliere federale Giuseppe Scorzoso ha poi illustrato la nuova formula del Campionato italiano master di società, accorpato a quello individuale, che si svolgerà a Cosenza dal 30 settembre al 2 ottobre. “Un progetto innovativo - dichiara Scorzoso - infatti il precedente ricalcava il modello dell’attività assoluta, invece adesso si vuole incentivare le società che riescono ad aggregare le migliori individualità, premiando la qualità d’assieme, nello stesso tempo senza limitare la classifica finale ad un numero ristretto di club. L’accorpamento non ha quindi lo scopo di diminuire l’impegno federale, ma di modificare l’impostazione. E questo modello intende garantire l’attività attraverso l’obbligatorietà delle due fasi regionali, individuale e di società, poi comparate a livello nazionale. L’incontro ha avuto esito positivo: non tutte le società presenti hanno condiviso il progetto, ma hanno auspicato ulteriori momenti di confronto con i rappresentanti federali. Al termine della stagione, sarà valutato l’effetto di questo sviluppo del regolamento tecnico, per poi prendere eventuali ulteriori decisioni”.

PRIMATI MONDIALI
3000 M80: Luciano Acquarone (Olimpia Amatori Rimini) 13’26”23
Marcia 3000 M60: Graziano Morotti (Us Quercia Trentingrana) 13’46”98

MIGLIORI PRESTAZIONI ITALIANE
60 MM60: Antonio Rossi (Athlon Bastia) 7”89
60 MM95: Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 13”37
200 MM50: Marco Morigi (Edera Atl. Forlì) 24”53
400 MM65: Aldo Del Rio (Road Runners Club Milano) 1’02”42
800 MM80: Luciano Acquarone (Olimpia Amatori Rimini) 3’18”09
3000 MM60: Rolando Di Marco (Atl. Di Marco Sport) 9’54”81
60hs MM35: Stefano Longoni (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) 8”31
60hs MM65: Mauro Angelini (Atl. Alma Juventus Fano) 11”10
Alto MM55: Claudio Gallana (Virtus Este Valbona) 1.60
Alto MM95: Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 0.85
Peso MM85: Philip Lalic (Gp Budokan Club Portici) 9.74
Marcia 3000 MM60: Graziano Morotti (Us Quercia Trentingrana) 13’46”98
Marcia 3000 MM80: Antonio Turchetti (Taormina Athletic Club) 21’43”50
4x200 MM50: Cus Palermo (Giuseppe Grimaudo, Bruno Gabriele Nicolosi, Pierluigi Salibra, Aldo Marco Alaimo) 1’42”97
4x200 MM55: Sef Macerata (Giulio Mallardi, Livio Bugiardini, Roberto Masi, Alessandro Tifi) 1’46”90
4x200 MM65: Amici del Tram de Opcina (Giuseppe Dessardo, Tullio Hrovatin, Fulvio Tassini, Fabio Antonini) 1’57”56 MPI
4x200 MM70: Atletica Ambrosiana (Romano Carniti, Giovanni Lambri, Luigi Coralli, Roberto Vaghi) 2’05”20
60 MF45: Marta Roccamo (Cus Palermo) 8”27
60 MF50: Daniela Ferrian (Pol. Mezzaluna Villanova Asti) 8”57
60 MF60: Umbertina Contini (Atl. Città di Padova) 9”17
60 MF65: Giusy Sangermano (Penta Sport Trieste) 9”77 (eguagliata)
200 MF40: Denise Caroline Neumann (Atl. Ambrosiana) 27”01
200 MF45: Marta Roccamo (Cus Palermo) 27”49
200 MF50: Daniela Ferrian (Pol. Mezzaluna Villanova Asti) 28”56
800 MF45: Barbara Martinelli (Us San Vittore Olona 1906) 2’22”19
1500 MF45: Nadia Dandolo (Atl. Asi Veneto) 4’51”32
Alto MF75: Giulia Lucia Perugini (Sef Macerata) 1.05
Lungo MF45: Susanna Tellini (Atl. Ambrosiana) 4.95
Lungo MF55: Lorenza Nolli (Atl. Rigoletto) 4.10
Lungo MF65: Ursula Krautkremer (Sc Meran Memc Volsbank) 3.30
Lungo MF70: Maria Lategana (Cus Lecce) 2.45
Triplo MF50: Francesca Juri (Vittorio Alfieri Asti) 9.87
Triplo MF70: Maria Lategana (Cus Lecce) 5.91
Peso MF55: Giuliana Amici (Edera Atl. Forlì) 10.54
Peso MF80: Nives Fozzer (Nuova Atl. dal Friuli) 6.72
Marcia 3000 MF60: Roberta Ricupero (Ortigia Marcia) 21’22”51
Pentathlon MF40: Maria Costanza Moroni (Gs Ermenegildo Zegna) 3975
Pentathlon MF45: Rossella Zanni (Mollificio Modenese Cittadella) 3582
Pentathlon MF50: Chiara Maria Passigato (Atletica Asi Veneto) 3149
4x200 MF40: Atletica Ambrosiana (Marinella Signori, Giuseppina Perlino, Susanna Tellini, Denise Caroline Neumann) 1’51”72
4x200 MF55: Romatletica (Elvia Di Giulio, Paola Grandinetti, Ersilia De Angelis, Anna Micheletti) 2’12”71

MEDAGLIE MARCHIGIANE

ORO (20)
60 MM95: Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 13”37
400 MM85: Mario Ferracuti (Podistica Valtenna) 2’39”66
800 MM70: Giuseppe Parenti (Cus Urbino) 3’03”52
3000 MM35: Antonio Gravante (Atl. Potenza Picena) 8’55”17
60hs MM65: Mauro Angelini (Atl. Alma Juventus Fano) 11”10 MPI
60hs MM80: Silvano Pierucci (Sef Macerata) 17”31
Alto MM80: Silvano Pierucci (Sef Macerata) 1.05
Alto MM95: Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 0.85
Lungo MM75: Raffaello Piermattei (Atl. Fabriano) 3.69
Triplo MM60: Giuliano Costantini (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 10.35
Triplo MM75: Raffaello Piermattei (Atl. Fabriano) 7.70
Pentathlon MM55: Giovanni Feliciani (Atl. Fabriano) 3240
Pentathlon MM65: Mauro Angelini (Atl. Alma Juventus Fano) 3120
Pentathlon MM70: Francesco Bruni (Atl. Torrione San Benedetto) 3441
4x200 MM55: Sef Macerata (Giulio Mallardi, Livio Bugiardini, Roberto Masi, Alessandro Tifi) 1’46”90
400 MF65: Anna Di Chiara (Atl. Amatori Sangiustese) 1’29”58
3000 MF40: Simona Ruggieri (Asa Ascoli Piceno) 10’36”42
60hs MF55: Eliana Belli (Atl. Alma Juventus Fano) 14”46
Alto MF75: Giulia Lucia Perugini (Sef Macerata) 1.05 MPI
Marcia 3000 MF45: Paola Bettucci (Atl. Avis Macerata) 16’16”50

ARGENTO (28)
60 MM65: Giulio Mallardi (Sef Macerata) 8”33
60 MM85: Mario Ferracuti (Podistica Valtenna) 19”65
400 MM35: Massimiliano Poeta (Atl. Fabriano) 52”21
400 MM40: Pierluigi Acciaccaferri (Asa Ascoli Piceno) 52.60
400 MM70: Giuseppe Parenti (Cus Urbino) 1’16”46
800 MM70: Giuseppe Liberati (Atl. Porto Sant’Elpidio) 3’06”28
3000 MM40: Andrea Frezzotti (Sef Stamura Ancona) 9’13”74
Alto MM40: Marco De Angelis (Tecno Adriatletica Marche) 1.81
Alto MM45: Massimo Bugianesi (Atl. Castelfidardo Criminesi) 1.72
Alto MM65: Mauro Angelini (Atl. Alma Juventus Fano) 1.36
Alto MM80: Aurelio Pierpaoli (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 1.05
Asta MM65: Oddino Pascucci (Atl. Falconara) 2.50
Lungo MM70: Francesco Bruni (Atl. Torrione San Benedetto) 4.02
Peso MM45: Stefano Caporali (Atl. Fabriano) 11.30
Peso MM70: Italo Cartechini (Sef Macerata) 12.84
Peso MM80: Giammario Pignataro (Sef Macerata) 7.75
4x200 MM35: Atletica Fabriano (Luca Fiorani, Michele Salari Peccica, Diego Ferretti, Giorgio Tiberi) 1’50”45
200 MF45: Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona) 27”54
800 MF65: Anna Di Chiara (Atl. Amatori Sangiustese) 3’38”96
1500 MF35: Francesca D’Angelo (Mezzofondo Club Ascoli) 4’56”21
1500 MF40: Rita Mascitti (Atl. Avis San Benedetto del Tronto) 5’04”50
3000 MF65: Anna Di Chiara (Atl. Amatori Sangiustese) 14’57”14
Peso MF50: Lina Frontini (Atletica Osimo) 9.69
Peso MF55: Rosanna Grufi (Sef Macerata) 9.15
Peso MF60: Iolanda Centioni (Sef Macerata) 7.07
Peso MF70: Amalia Micozzi (Sef Macerata) 6.02
Marcia 3000 MF50: Paola Santinelli (Sef Stamura Ancona) 19’56”81
4x200 MF45: Sef Macerata (Federica Gentilucci, Sandra Copponi, Emanuela Stacchietti, Graziella Mercuri) 2’07”00

BRONZO (20)
200 MM40: Pierluigi Acciaccaferri (Asa Ascoli Piceno) 23”95
400 MM75: Domenico Fratini (Sef Macerata) 1’23”32
800 MM45: Alessandro Tifi (Sef Macerata) 2’08”45
800 MM65: Gabriele Stoppini (Atl. Recanati) 2’53”26
1500 MM70: Luigi Andrenacci (Sport Atl. Fermo) 6’05”13
3000 MM70: Giuseppe Parenti (Cus Urbino) 12’00”35
60hs MM65: Giulio Mallardi (Sef Macerata) 11”87
Lungo MM55: Giovanni Feliciani (Atl. Fabriano) 5.11
Triplo MM70: Francesco Bruni (Atl. Torrione San Benedetto) 8.15
Alto MM50: Andrea Dania (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 1.60
Marcia 3000 MM45: Carlo Carletti (Pol. Acli Macerata) 17’00”57
Marcia 3000 MM60: Mario Fiori (Atletica Osimo) 16’56”84
60 MF45: Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona) 8”38
3000 MF40: Rita Mascitti (Atl. Avis San Benedetto del Tronto) 10’47”14
Alto MF60: Iolanda Centioni (Sef Macerata) 1.05
Lungo MF40: Giuseppina Malerba (Sef Macerata) 4.56
Lungo MF60: Patrizia Nardi (Sef Macerata) 2.91
Peso MF40: Sabrina Mancini (Sef Macerata) 8.10
Peso MF60: Maria Pia Luchetti (Sef Macerata) 6.57
Marcia 3000 MF40: Daniela Bernardi (Cus Urbino) 18’34”49

RISULTATI:
http://www.fidal.it/2011/COD3047/Index.htm








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2011 alle 20:01 sul giornale del 07 marzo 2011 - 1715 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h0n





logoEV