Approvato il regolamento per la gestione del patrimonio comunale

Comune di Ancona 2' di lettura Ancona 08/03/2011 -

La giunta riunitasi martedì, su indicazione dell’assessore al patrimonio Cristiano Lassandari, ha approvato il regolamento per la gestione del patrimonio immobiliare del Comune.



L’atto si è reso necessario al fine di disciplinare un così importante settore e ricondurne la gestione nell’osservanza dei principi di efficacia, efficienza ed economicità, come peraltro dispone la normativa vigente. Il nuovo regolamento prevede quale principio generale l’introduzione del concetto che il patrimonio fondamentalmente serve per garantire all’Amministrazione entrate economiche. Dall’applicazione di detto regolamento sono esclusi i beni immobili di particolare pregio così come viene esclusa la possibilità di ricorrere al comodato d’uso gratuito.

Le nuove regole fissano inoltre maggiori controlli per chi usufruisce del canone agevolato mentre porta da tre a due le riduzioni concesse sul canone agevolato dall’Amministrazione in favore di enti no profit. Per questo motivo se a richiedere il canone agevolato sarà una associazione esso sarà ridotto del 70 per cento. Riduzione che sale al 90 per cento nel caso si tratti di una onlus. Chiaramente il regolamento fissa a carico del beneficiario del canone agevolato per l’utilizzo di un immobile comunale, il compito di provvedere alla manutenzione ordinaria, straordinaria e al pagamento delle utenze. Infine nel caso in cui si verifichi la morosità, le norme fissano nel 25 per cento la somma da versare subito all’Amministrazione mentre la quota rimanente potrà essere versata a rate. “Questo provvedimento si è reso necessario per fissare regole certe nella gestione di un patrimonio comunale di ampie dimensioni ma altresì consentire regole certe anche a chi questo patrimonio utilizza.

Penso alle associazioni, alle onlus e a tanti piccole realtà che nella nostra città svolgono un ruolo importante a livello sociale e che hanno necessità di chiarezza e trasparenza nell’operato della pubblica amministrazione. Il regolamento fissa regole certe alle quali d’ora poi tutti ci atterremo” ha precisato l’assessore Lassandari. Il provvedimento viene deferito in Consiglio comunale e inizia il suo percorso per il confronto all’interno delle Commissioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 13:55 sul giornale del 09 marzo 2011 - 1528 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, comune di ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/idf





logoEV