Importanti azioni anti bracconaggio messe a segno dalla Polizia provinciale

giancarlo sagramola 1' di lettura Ancona 10/03/2011 -

Una serie di importanti azioni anti bracconaggio sono state messe a segno dalla Polizia provinciale di Ancona a Fabriano e Falconara.



L'ultima proprio mercoledì, nel fabrianese, quando dopo alcuni giorni di monitoraggio, gli agenti del servizio di sorveglianza hanno colto in flagrante due cacciatori mentre preparavano una trappola per la cattura di fagiani all'interno delle zone di ripopolamento e cattura, deferendole all'Autorità giudiziaria. Nei giorni scorsi, invece, durante un normale servizio di ispezione nelle campagne di Falconara, sempre il personale della Polizia provinciale aveva scoperto e liberato un esemplare di istrice finito in una trappola per la cattura di mammiferi. Anche in questo caso, la vicenda si è conclusa con il deferimento di una persona agli organi preposti.

"Sono interventi - spiega il vicepresidente della Provincia di Ancona Giancarlo Sagramola - che dimostrano la serietà e l'accuratezza del lavoro svolto dal nostro servizio di Polizia per contrastare le attività di bracconaggio e per garantire la salvaguardia della fauna selvatica. Un patrimonio importante del nostro territorio, fondamentale a mantenere i giusti equilibri ambientali. Nel caso degli istrici, poi, va ricordato che, nonostante l'alta diffusione, la specie è considerata protetta sia livello nazionale che comunitario".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-03-2011 alle 16:49 sul giornale del 11 marzo 2011 - 753 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, giancarlo sagramola, comune di ancona, bracconaggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ijE