No al rigassificatore: il Comune di Ancona aderisce al ricorso al Tar

Comune di Ancona 1' di lettura Ancona 14/03/2011 -

La giunta comunale, riunita in seduta straordinaria, ha stabilito di aderire alla richiesta da inoltrare alla Regione Marche di impugnare il decreto di compatibilità ambientale relativa al progetto di un rigassificatore al largo della costa antistante il comune di Recanati e ha dato mandato.



La richiesta alla Regione Marche di impugnare in via di urgenza il decreto di compatibilità ambientale, è stata fatta insieme ai comuni di Sirolo, Camerano, Castelfidardo, Loreto, Numana, Potenza Picena, Recanati.

Il decreto era stato emesso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare lo scorso gennaio per un “terminale offshore” con capacità di rigassificazione fino a 5 miliardi di metri cubo all’anno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2011 alle 17:35 sul giornale del 15 marzo 2011 - 856 letture

In questo articolo si parla di ancona, comune di ancona, rigassificatore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/isA





logoEV