'Notte Bianca dell'Unità d'Italia' ad Ancona, il programma delle celebrazioni

2' di lettura Ancona 14/03/2011 -

Ricco calendario di eventi ad Ancona, tra mercoledì e giovedì, per festeggiare il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.




Si chiama “Notte Bianca dell’Unità d’Italia” l’iniziativa organizzata dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ed al quale il Comune di Ancona ha deciso di aderire nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’Italia unita. Un evento, quello che prenderà il via mercoledì 16 marzo (il giorno dopo sarà festa nazionale), che vedrà la partecipazione di una madrina d’eccezione: la neocampionessa del mondo di fioretto, Elisa Di Francisca.

“Sarà una Notte Bianca molto diversa dalle solite, quella di mercoledì – assicura l’assessore alla Cultura del Comune, Andrea Nobili – Due saranno le tematiche principali che terranno insieme l’evento in preparazione della festa nazionale: la cultura e la storia, con incontri nei nostri musei, a teatro, e con un taglio legato alla città ed al territorio”. Protagonista sarà dunque il Risorgimento e la storia moderna di Ancona e della Marche, e gli eventi in calendario non si limiteranno alle giornate di mercoledì e giovedì, ma “si prolungheranno ad aprile, con il concerto dell’orchestra filarmonica delle Marche e mostre ad hoc”.

E sarà proprio una mostra organizzata e curata dall’Istituto Gramsci Marche ad aprire le celebrazioni del mercoledì: 200 pannelli montati alla Mole Vanvitelliana per un percorso storico dal titolo “1815 1915. Le Marche, i marchigiani, il Risorgimento, l’Italia”. La mostra sarà inaugurata alle ore 17, alla presenza di Vittoriano Solazzi (presidente dell’Assemblea legislativa delle Marche), del sindaco di Ancona Fiorello Gramillano, dell’assessore alla Cultura della Provincia di Ancona, Carlo Maria Pesaresi e del presidente della Fondazione Gramsci, Giuseppe Vacca.

“Frequentando gli archivi abbiamo trovato del materiale straordinario – dice Nino Lucantoni dell’Istituto Gramsci Marche – documenti che raccontano una storia di Ancona molto diversa e più ricca di come ce la immaginiamo. Con questa mostra cercheremo di spiegare le Marche ai marchigiani, e racconteremo un’Ancona sovversiva, fedele a Mazzini e spesso meta dell’anarchico Enrico Malatesta”.

La “notte bianca” vera e propria inizierà invece alle 22.30, quando a Piazza del Plebiscito di esibirà Gastone Pietrucci con la folk band La Macina: riproporranno inni patriottici e canzoni popolare con un concerto inedito e preparato appositamente per il 150esimo. Aperti fino alle ore 24 tutti i Musei della città, ad ingresso gratuito. Fino a mezzanotte saranno aperti anche gli esercizi commerciali del centro.

Il programma completo della Notte Bianca dell’Unità d’Italia è consultabile qui.








Questo è un articolo pubblicato il 14-03-2011 alle 17:22 sul giornale del 15 marzo 2011 - 1349 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di ancona, daniele tagliacozzo, emanuele barletta, andrea nobili, 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, nino lucantoni, istituto gramsci marche, notte bianca dell'unità d'italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/isr





logoEV