Riconoscere l'abuso sui minori: prima lezione del corso promosso dall'Ombudsman

2' di lettura Ancona 14/03/2011 -

Un bambino su cinque è vittima di violenza psichica o fisica, 6 abusi su 10 avvengono in famiglia, nel 29% dei casi è il padre la figura parentale coinvolta, nel 5% la madre. Gli ultimi dati sul tema dell'abuso sono del Consiglio d'Europa e li ha presentati lunedì mattina (14 marzo) ad Ancona la presidente del Tribunale dei minori delle Marche, la dottoressa Ornella Riccio, che ha voluto aprire la prima giornata di lezioni rivolte agli insegnanti sul tema della violenza, promosse dall'ombudsman regionale.



L'obiettivo del corso, quattro date in ciascuna provincia, è quello di sensibilizzare i docenti della scuola per l'infanzia e della scuola primaria a riconoscere i segni del maltrattamento e dell'abuso. “Nel 57% dei casi si tratta di bambini sotto i 10 anni di età – ha spiegato la dottoressa Riccio – per questo è necessario promuovere attività di informazione e formazione come questa, per la quale ringrazio l'ombudsman regionale”.

L'iniziativa, oltre che dall'ufficio del Garante dei minori, è realizzata in collaborazione con il Centro ricerche e studi sull'infanzia e l'adolescenza dell'Università di Urbino e con l'Ufficio scolastico regionale. Il tema della prima giornata, ospitata dall'Istituto comprensivo Grazie Tavernelle e alla quale hanno risposto oltre quaranta insegnanti, è “Osservare e ascoltare”. Si prosegue il 22 marzo con “Rilevare”, il 30 marzo con “Segnalare” e a maggio con una lezione di approfondimento. Agli interventi frontali, seguono le lezioni “simulate”, attraverso attività di gruppo ed esercitazioni pratiche per sviluppare la conoscenza e il controllo delle proprie dinamiche emotive.

“Tra gli obiettivi di questo percorso di formazione c'è quello di migliorare il monitoraggio del fenomeno sul territorio – ha detto il professor Tanoni - Episodi rilevati troppo tardi causano un aggravio delle ripercussioni per la salute psico-fisica dei minori coinvolti. E per ampliare quanto più possibile la partecipazione abbiamo previsto anche un ambiente di e-learning”. Nel sito del Garante dei minori, con l'aiuto di due tutor in ogni provincia, è possibile accedere alla registrazione delle lezioni, all'archivio dei documenti prodotti e ai forum di discussione (http://www.ombudsman.marche.it/formazione).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2011 alle 16:32 sul giornale del 15 marzo 2011 - 1713 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Assemblea legislativa delle Marche, maltrattamenti minori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/irU





logoEV