Celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia, Bugaro: 'Negativa gestione ad Ancona'

giacomo bugaro 1' di lettura Ancona 15/03/2011 -

Ancora una volta, in occasione poi di una celebrazione solenne come il 150° dell'Unità d'Italia, la città di Ancona si caratterizza negativamente per l'ennesima magra figura nella sua gestione.



La vicenda della mancata concessione al Prefetto di Ancona dell'utilizzo del Teatro delle Muse per la festa, dovuta all'inefficienza della Direzione del Teatro la quale altro non è che un'articolazione dell'Amministrazione Comunale, è un episodio spiacevole che lede all'immagine della città e al suo ruolo di capoluogo.

Se tali episodi si verificano nell'organizzazione di una sola serata, immaginiamo cosa possa succedere nella settimana del Congresso Eucaristico che di appuntamenti ne ha a decine, infatti continuo a dire che più Gramillano e sodali vengano esautorati da qualsiasi mansione gestionale ed operativa, meglio sarà per tutti.

Quanto all'IDV che chiede le dimissioni della Direttrice Velia Papa, voglio sperare che non sia l'ennesimo “al lupo al lupo” a cui il partito di Favia ci ha abituato, caratterizzato con fughe in avanti, con roboanti sparate, seguite da immediate goffe marce indietro che danno la rappresentazione di come Ancona sia nelle mani di una sinistra in parte incapace (PD), in parte buffa e politicamente spregiudicata (IDV), con una città che a causa di questi comportamenti è tristemente avviata al declino.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2011 alle 18:13 sul giornale del 16 marzo 2011 - 764 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, giacomo bugaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iwa





logoEV