IdV: 'Valorizzare e rivitalizzare il centro'

Italia dei Valori 2' di lettura Ancona 16/03/2011 -

Da tempo l’IdV chiede che il centro venga messo nelle condizioni di tornare ad essere il cuore pulsante di una economia provata da una crisi sempre più marcata, anche nell’interesse dell’intero sistema Ancona.



Per farlo è ovviamente necessario sfruttare quelle sinergie che commercianti ed ambulanti possono attivare con l’indispensabile regia del Comune. In quest’ottica si può ragionare su tutto e di tutto ma è evidente che il centro città non può più attendere. Ed allora bene il parking da 280 posti auto sotto via XXIX Settembre, bene la riqualificazione del mercato ambulante. Ma anche molto bene la piena valorizzazione di piazza Pertini che non può essere ingenerosamente ridotta a parking ma che invece deve essa stessa diventare fonte di attrazione con i suoi negozi ma ancor di più impreziosendone gli spazi. Un teatro tenda per ospitare iniziative culturali? Un percorso di sculture che partendo dal mare (come suggeriva tempo addietro Emilio D’Alessio) potrebbe confluire nella Mater amabilis di Trubbiani oggi purtroppo relegata ad afflitta comprimaria di una piazza senza identità? Questi ed altri possono e debbono essere i sono tasselli di un puzzle di qualità più ampio ed articolato che motivi la gente a venire in centro. In proposito quanto sostenuto dal direttore di Confcommercio Polacco appare pienamente condivisibile.

Non a caso, a mio giudizio, per l’ambulantato è indispensabile puntare sulla razionalizzazione dei tempi e dei posti ed ovviamente sulla loro concreta riqualificazione magari prevedendo dei benefit specifici. Sul fronte più generale del commercio l’IdV ritiene che quanti scaricano sui commercianti buona parte delle responsabilità sul declino del centro lo fanno senza rendersi conto che non bastano i bei negozi così come non bastano le buone offerte se a livello comunale non viene attuata una politica adeguata di sostegno con iniziative che portino la gente in centro e che rivitalizzino il cuore antico della città. Bisognerebbe infatti sempre chiedersi 1) per quale motivo si dovrebbe andare in centro? 2) come arrivare in centro? 3) dove sostare? Quando si daranno risposte concrete a questi interrogativi, beh allora Ancona potrà ancora dire d’essere davvero città viva di traffici e di commerci. Secondo l’IdV, all’esecutivo di Palazzo del Popolo spetta il compito di dare queste risposte, al neo assessore (cui auguriamo buon lavoro) spetta invece il compito di lavorare con impegno ed umiltà, senza supponenza, al servizio di coloro che nel Comune devono trovare l’imprescindibile sponda istituzionale e dell’intera comunità.


da Paolo Eusebi
coordinatore IDV Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2011 alle 16:09 sul giornale del 18 marzo 2011 - 818 letture

In questo articolo si parla di politica, centro storico, italia dei valori, ancona, idv, Paolo Eusebi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iyc