PD, aprile il mese dell'ascolto e della proposta

Emanuele Lodolini 2' di lettura Ancona 29/03/2011 -

Il PD della provincia di Ancona dedica all’ascolto e alla presentazione delle proposte per uscire dalla crisi il mese di aprile. Una crisi che, come dimostrano alcuni dati presentati a livello locale da alcune associazioni e organizzazioni sindacali nei giorni scorsi, non è affatto finita e ancora oggi colpisce duramente l’occupazione e le piccole e medie imprese, anche nel nostro territorio.



L’occupazione è il tema che dovrebbe essere in cima all’agenda pubblica, ma il governo si è dimostrato del tutto inadeguato a formulare ricette efficaci. Il peso della crisi resta insopportabile per famiglie e imprese. I redditi da lavoro sono stati abbattuti dalla disoccupazione e dalla cassa integrazione, ma pesa anche l'aumento di tasse e tariffe, il taglio di servizi sociali fondamentali e l'inflazione più elevata della media europea. Il Pd della provincia di Ancona presenterà nei prossimi giorni (8 aprile, Ancona) alle parti sociali, nell’ambito di uno specifico incontro, il suo Progetto alternativo per la crescita elaborato dal Partito come contributo al programma nazionale. Per il PD non è più rinviabile un radicale mutamento della politica economica per costituire saldi legami tra sviluppo economico, coesione sociale e riequilibrio territoriale e, per questa via, creare adeguate condizioni generali di benessere materiale, di progresso civile, di democrazia effettiva. Fisco, occupazione, politica industriale, liberalizzazioni, politica energetica: tutto deve concorrere a rimettere il paese sui binari della crescita a livello nazionale.

Per il Segretario provinciale Emanuele Lodolini si tratta di “promuovere il nostro territorio e i suoi beni intrecciando ambiente, cultura ed economia, che in altri paesi apportano contributi significativi al PIL e che ci devono far parlare di BIL. E ancora insistere sulla filiera dell’economia verde, dell’agricoltura, delle produzioni energetiche da fonti alternative, e su questo, ma non solo, accendere ancor più la filiera dell’economia della conoscenza: la ricerca, la formazione, il capitale umano ovvero i segmenti meno esposti dei settori maturi alla competizione globale”. Il 10 aprile il PD terrà, a Cupramontana, la sua seconda conferenza provinciale sui temi dell’agroalimentare alla quale interverranno i rappresentanti delle associazioni di settore. Inoltre, rispetto al Decreto Ronchi con il quale il Governo ha recentemente tagliato gli incentivi per lo sviluppo delle energie rinnovabili, il PD incontrerà il 15 aprile ad Ancona le aziende di settore che operano sul territorio provinciale. Infine, per fare un ampio approfondimento più generale su un tema cruciale come quello del lavoro e dell'impresa, il PD darà vita ad una mobilitazione straordinaria per parlare ancor più e meglio con il mondo del lavoro e dell'impresa, ed approfondire le specificità del nostro territorio. Un viaggio profondo nella realtà economica della nostra provincia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2011 alle 15:11 sul giornale del 30 marzo 2011 - 782 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iZZ