Siglato un protocollo di intesa tra Confartigianato e Università Politecnica delle Marche

protocollo di intesa tra Confartigianato e Università Politecnica delle Marche 3' di lettura Ancona 30/03/2011 -

Per aiutare il nostro sistema produttivo in questo delicato momento e offrire strumenti utili, la Confartigianato e l’Università Politecnica delle Marche, continuando una proficua collaborazione, hanno unito le forze per la definizione di progetti concreti non solo di crescita manageriale ma anche tecnologica e legata all’innovazione nei suoi molteplici aspetti.



Il protocollo di intesa con l’ Università, è attivo da diversi anni e si è sempre più strutturata con nuovi contenuti e nuove iniziative. La presentazione nel corso di un incontro con la stampa al quale hanno preso parte il Rettore Marco Pacetti, Il preside della Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche Gian Luca Gregori, il Presidente e il Segretario della Confartigianato provinciale di Ancona Valdimiro Belvederesi e Giorgio Cataldi, Leonardo Gentile, Andrea Rossi e Paola Mengarelli di Confartigianato. Due sistemi quello universitario e quello delle imprese, che fanno sinergia per creare un “network di competenze” in grado di essere punto di riferimento per le aziende tanto più in un momento come questo nel quale c’è la necessità, di un riposizionamento delle aziende nell’attuale contesto produttivo.

Di qui la necessità di interventi e strumenti mirati alle micro e piccole imprese. L’Università è una risorsa preziosa non soltanto per la formazione e la ricerca, ma anche per la sua capacità di trasferimento e sviluppo delle conoscenze sul territorio e nei settori produttivi. Tutto cambia velocemente e quello che abbiamo imparato oggi, domani va rivisto, aggiornato o integrato. Pertanto la capacità di apprendere continuamente, velocemente ed efficacemente è e sarà la competenza chiave per il futuro delle persone e delle aziende e per uscire dalla crisi. Per questo tra le tante azioni che la Confartigianato ha messo in campo con l’ausilio dell’Università Politecnica c’è la “ scuola per imprenditori”. Un ciclo di lezioni e incontri con esperti per fare il punto su un mondo che cambia , dal titolo: “Migliorare per affrontare la sfida imprenditoriale”.

Essere pronti è una necessità e insieme una urgenza. Una condizione essenziale per mantenersi competitivi in una realtà dinamica che chiede risposte immediate e veloci. La Scuola per Imprenditori Confartigianato conta su una “classe” di 70 imprenditori della Provincia di Ancona a cui sarà proposto un percorso didattico variegato e completo. Le lezioni frontali rappresentano il corpo centrale dell’offerta formativa e verteranno su elementi di pratica aziendale. In particolare la redditività e pianificazione finanziaria. Questo filone “aziendalistico” è coordinato dal Prof. Gian Luca Gregori. Alle lezioni frontali si alterneranno alcuni incontri-dibattito con eminenti personalità del mondo politico, accademico, sportivo e giornalistico di fama nazionale: momenti in cui sarà possibile aprire una finestra su argomenti e settori che possono offrire una panoramica più vasta su dinamiche e realtà che influiscono da vicino sulla realtà produttiva e aziendale del nostro territorio. Ma sono tante le iniziative legate al marketing, ai servizi per la crescita, agli studi per analizzare la realtà economica locale e le azioni da intraprendere.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2011 alle 17:33 sul giornale del 31 marzo 2011 - 785 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, università politecnica delle marche, marco pacetti, giorgio cataldi, protocollo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i4O





logoEV