contatore accessi free

Imposta per uso demanio da parte imprese portuali, interviene l'assessore Franzoni

porto ancona 1' di lettura Ancona 08/08/2011 -

L’assessore al Porto, Diego Franzoni condivide l’interrogazione del consigliere Regionale Giancarli, presidente della commissione territorio e ambiente, tesa a rivedere la decisione della Regione Marche di esigere il pagamento della imposta regionale per l’occupazione e l’uso del demanio dello Stato dovuta dalle aziende attive nello scalo dorico.



La normativa, recepita dalla regione Marche nel 2008, era rimasta finora inattiva poiché, a livello nazionale, nessun ente regionale aveva richiesto il pagamento della tassa per i porti sede di Autorità Portuale. Questa ulteriore imposta, che si assommerebbe al canone per la concessione demaniale, dovrebbe essere corrisposta dalle imprese operanti nel bacino anconetano con tutti gli arretrati e le more sin dal 2008.

Questo fatto - ha spiegato l’assessore Franzoni - finirà con il penalizzare le sole imprese operative nello scalo dorico poiché nessun altra regione ha inteso esigere questo pagamento. In questa maniera, soprattutto in un periodo di grave crisi economica come quella attuale, si indeboliscono le aziende che diventano sempre meno competitive rispetto alle loro omologhe operanti negli altri porti italiani sede di autorità portuale e quindi si indebolisce il porto internazionale delle Marche nel suo complesso."

"O l’attivazione dell’imposta avviene per tutti gli scali sede di Autorità Portuale - ha continuato Franzoni - oppure questo non può accadere solo in Ancona. Pur comprendendo la necessità della Regione, in questo momento di forti riduzioni dei trasferimenti da parte dello Stato centrale, di reperire fondi, chiedo alla stessa di soprassedere al riguardo, almeno fin quando non sarà del tutto nota o certa la posizione delle altre regioni italiane al riguardo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2011 alle 19:37 sul giornale del 09 agosto 2011 - 918 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, ancona porto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ohe





logoEV
logoEV