contatore accessi free

Franzoni a Marcolini: 'Porto, l'Imposta non può essere solo in Ancona'

porto ancona 2' di lettura Ancona 12/08/2011 -

L’assessore al Porto, Diego Franzoni replica all’assessore regionale al Bilancio Marcolini, riguardo la decisione della Regione Marche di esigere il pagamento della imposta regionale per l’occupazione e l’uso del demanio dello Stato dovuta dalle aziende attive nello scalo dorico.



La normativa, recepita dalla Regione Marche nel 2008, era rimasta finora inattiva. Questa ulteriore imposta, che si assommerebbe al canone per la concessione demaniale, dovrebbe essere corrisposta dalle imprese operanti nel bacino anconetano con tutti gli arretrati e le more sin dal 2008.

Dopo le dichiarazioni dell’assessore Marcolini circa il fatto che già l’imposta regionale è applicata da altre realtà italiane come Toscana o Emilia Romagna, ho proceduto ad ulteriore verifica – ha spiegato l’assessore Franzoni – e purtroppo debbo smentire il collega regionale. Da una verifica, né a Marina di Carrara, né a Piombino viene versata dalla imprese questa imposta, lo stesso dicasi per Ravenna, Bari o Brindisi, porti sull’Adriatico che sono nostri concorrenti."

"Nessun altra regione - ha proseguito Franzoni - ha inteso esigere questo pagamento. L’Assoporti inoltre, ha avviato una verifica su scala nazionale per accertare chi e dove paghi questa imposta. Le risultanze di questo accertamento saranno disponibili a fine mese."

Ritorno a chiedere alla Regione - ha detto Franzoni - di soprassedere perché c’è necessità di equità di trattamento. In questa maniera, soprattutto in un periodo di grave crisi economica come quella attuale, si indeboliscono le aziende che diventano sempre meno competitive rispetto alle loro omologhe operanti negli altri porti italiani sede di autorità portuale e quindi si indebolisce il porto internazionale delle Marche nel suo complesso. Le imprese non possono pagare una imposta su una tassa di concessione. O l’attivazione dell’imposta avviene per tutti gli scali sede di Autorità Portuale oppure questo non può accadere solo in Ancona."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2011 alle 14:42 sul giornale del 13 agosto 2011 - 577 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, ancona porto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ooK





logoEV
logoEV
logoEV