contatore accessi free

Sel, i due circoli di Ancona sono operativi nonostante il coordinamento regionale

Sel 3' di lettura Ancona 25/08/2011 -

Si invia la seguente nota in risposta al comunicato del Coordinamento Regionale SEL sul “parere di non ratifica relativo alla costituzione di due Circoli ad Ancona”.



Il Coordinamento regionale SEL ha diramato un comunicato con il quale dichiara di non riconoscere i due neonati Circoli SEL. Forse non sa il Coordinamento che, come dichiarato dalla Commissione di garanzia nazionale SEL, i due Circoli sono già esistenti, operanti e, malgrado il settarismo di chi ha già danneggiato la sinistra anconitana, si stanno rafforzando con nuovi iscritti e in stretto collegamento con i problemi dei cittadini di Ancona e dei problemi del mondo del lavoro.

Il Coordinamento regionale non ha ricevuto alcuna richiesta di parere in quanto l'Assemblea Provinciale ha VOTATO, incredibilmente, (con la presenza del Coordinatore regionale Mentrasti) di non inoltrare la richiesta al Coordinamento regionale avanzata dai due Circoli. Nessuno dei due circoli è stato invitato alla riunione del Coordinamento Regionale SEL, ove ha partecipato il dimissionario e dimissionato Coordinatore Prov.le SEL Ancona, lo stesso che ha definito SEL un pessimo libro di pornografia. Fortunatamente SEL è una organizzazione politica libera, democratica, inclusiva e aperta a tutti. Peccato che a livello provinciale e regionale si sia ridotta a tribunale inquisitorio di altri tempi. Dopo le dimissioni del segretario provinciale si rendono necessarie altre dimissioni: di tutti coloro che hanno violato lo Statuto e il libero rafforzamento di SEL e che hanno deliberatamente violato il pronunciamento dell'organizzazione nazionale e della Commissione nazionale di garanzia, per meri interessi egemonici di fazione e personali.

Andando, tra l'altro, contro l'Ordine del giorno conclusivo dell'Assemblea Nazionale di SEL del 18 giugno u.s. ove si legge che l'obiettivo del partito per il prossimo futuro “non può essere che ricomporre la frattura tra società e politica. Per fare ciò è necessario un reinsediamento fatto di nuovi circoli, di nuovi tesserati e anche di presenze nelle istituzioni. Ma tutto ciò non basta e noi non dobbiamo avere paura di essere cambiati in questo cammino”. Infatti in tutta Italia crescono Circoli SEL, anche dove sono già presenti, ma questo, secondo il Coordinamento Regionale e l'Assemblea Provinciale, non vale per Ancona e le Marche.

Ovviamente le opinioni espresse dal Coordinamento regionale di SEL, valgono per il Coordinamento regionale di SEL, che può continuare a discutere con un Circolo, ormai minoritario di SEL, per Ancona. Anzi sarebbe bene che il Coordinamento regionale SEL facesse propria la condizione posta dal Circolo Zampini - Foglia - Mentrasti che SEL rivendica per la città di Ancona: l'acqua deve essere gratuita. Non ci pare che la medesima richiesta sia mai stata avanzata nella regione Marche, ne in Puglia dal Presidente Vendola, ne a Milano da Pisapia o da Zedda a Cagliari.

I Coord.ri dei Circoli SEL
Gianluca Quacquarini (SEL con Vendola) e
Paolo Paolozzi (SEL Lavoro, Porto, Trasporti)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2011 alle 23:16 sul giornale del 26 agosto 2011 - 846 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, SeL, Sinistra Ecologia e Libertà, "Julieta e Romeo", sinistra ecologia e libertà, Circolo SEL con Vendola, Sinistra Ecologia LibertàGianluca Quacquarini, Paolo Paolozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oI7





logoEV
logoEV
logoEV