contatore accessi free

Rapinavano banche e se la davano a gambe in ambulanza, arrestati

ambulanza 1' di lettura Ancona 24/11/2011 -

Un'operazione ingegnosa quella messa in atto da delle vere e proprie menti criminali. Una banda che rapinava banche e fuggiva con lauti bottini a bordo di una comune ambulanza. Gli esperti del crimine non sarebbero stati mai presi in flagrante con un'ambulanza con una sirena rossa accesa. Ma dopo un a serie di indagini sul caso sono stati scovati ed arrestati.



l'avevano pensata bene questi malviventi: fuggire dopo una rapina a bordo di un'ambulanza con le sirene accese come se si trattasse di un'urgenza. Invece loro la usavano per svaligiare istituti di credito in tutta Italia.

Dopo le rapine, insomma, avevano trovato un mezzo salvifico per darsi alla fuga senza essere disturbati nel loro tragitto. Chi avrebbe mai fermato, infatti, un'ambulanza in piena corsa? proprio nessuno, neache le Forze dell'Ordine.

Ora i componenti dell'austuta organizzazione criminale sono stati individuati dalla polizia ed arrestati. Ben 25 le persone coinvolte a livello nazionale. L'operazione è in mano sia alla Squadra Mobile di Enna, che al commissariato di Piazza Armerina in collaborazione con altre questure, tra cui quella di Ancona. Gli arrestati avrebbero commesso più 30 rapine nell'arco di 2 anni per un bottino di più di 600mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2011 alle 22:05 sul giornale del 25 novembre 2011 - 708 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, ambulanza, questura di Ancona, 118, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/r9l





logoEV
logoEV