contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sebastiani (Italia Nostra): 'tristezza nel cuore, continueremo le battaglie per Bravetti'

2' di lettura
821

Italia Nostra

La Sezione di Ancona della Associazione “Italia Nostra” si associa al grande cordoglio per la scomparsa di Bruno Bravetti. Un cittadino con numerosi interessi in vari campi, la politica, l'editoria ed il giornalismo ma che a noi piace ricordare sotto l'aspetto dell'ambientalista “ante litteram”.

Era il 1973 quando noi, allora giovanissimi aderenti ad Italia Nostra, prendemmo ad incontrarlo a casa del nostro presidente di quegli anni, il dr. Giorgio Gramignani, per parlare della tutela del Parco del Cònero e di Portonovo Bruno Bravetti, consigliere comunale del PCI, aveva costituito da poco l' ARCI NATURA, sezione ambientalista della famiglia dell'ARCI ed antesignana dell'attuale Legambiente. Era l'epoca di personaggi per noi indimenticabili quali Gilberto Bagaloni, presidente del WWF e Carlo Colbasso, responsabile della LIPU, era l'epoca del MIT e del “I limiti dello sviluppo”, delle prime battaglie per costituire il parco del Cònero, per il riciclaggio dei rifiuti contro l'inceneritore di Bolignano, per la tutela del nostro centro storico dopo il terremoto del 1972.

Fu un piacere scoprire in Lui un politico attento, colto, che ci teneva all'ambiente ed alla nostra città. Più avanti dopo molti anni e dopo sue varie esperienze professionali e politiche, lo abbiamo rincontrato ed abbiamo ritrovato in lui l' appassionato ambientalista di sempre e negli ultimi tempi scrittore attento di un libro al quale teneva particolarmente, la biografia di Giambattista Miliani, da Bruno ritenuto un antesignano dell'ambientalista ed un amministratore di grande spessore nella nostra storia marchigiana.

Cosa dire adesso, con la tristezza nel cuore? Che continueremo le nostre battaglie, per un ambiente migliore, anche nel suo nome, perché glielo dobbiamo. Ciao Bruno!

Il Vice Presidente Maurizio Sebastiani



Italia Nostra

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2011 alle 12:43 sul giornale del 29 novembre 2011 - 821 letture