contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Musikè porta la musica in carcere

2' di lettura
621

chitarra

Dal prossimo mese di gennaio presso il carcere di Montacuto (Ancona) Musikè, la scuola di musica di Senigallia, avvierà (per la prima volta nella storia del carcere) un corso di chitarra acustica rivolto a 15 detenuti che vorranno avvicinarsi allo studio dello strumento. Quattro mesi di lezioni e poi, a conclusione del corso, un concerto degli allievi che presenteranno i brani studiati durante le lezioni.

Musikè metterà a disposizione 15 chitarre: alcune sono state acquistate e altre sono state regalate da alcuni allievi della scuola di musica che hanno aderito all’iniziativa. L’attività musicale è iniziata venerdì 16 dicembre con un concerto in carcere del gruppo senigalliese “4 X 70” formato da Gabriele Carbonari (voce e chitarra acustica), Andrea Conti (chitarra), Claudio Panariello (basso) e Mauro Mancini (batteria). Brani del repertorio rock degli anni ’70 come “Stairway to heaven” (Led Zeppelin), “Smoke on the water” (Deep Purple) e “Hey Joe” (Jimi Hendrix) hanno appassionato, coinvolto e divertito il pubblico.

“Prima del concerto io e musicisti – dice Andrea Celidoni, responsabile della scuola di musica Musikè – eravamo un po’ preoccupati, non lo nascondiamo! Anzitutto per il luogo insolito in cui avremmo dovuto esibirci e poi per gli ultimi fatti accaduti in carcere che avevano portato alla rimozione dall’incarico della direttrice Santa Lebboroni e del comandante della Polizia Penitenziaria Gerardo D’Errico. Invece siamo stati accolti con grande calore e simpatia sia dai detenuti che dal personale e abbiamo trovato un ambiente sereno e ben diverso da quello descritto dai mass media negli ultimi giorni. Un’esperienza umanamente molto significativa. Erano parecchi anni che speravo di portare la musica in carcere e finalmente questo sogno si è realizzato!”.

Un ringraziamento particolare al Rotary Club di Senigallia e a un benefattore senigalliese che con il loro contributo e la loro sensibilità hanno reso possibile questa iniziativa.



chitarra

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2011 alle 15:59 sul giornale del 19 dicembre 2011 - 621 letture