13enne perde una mano per un botto 'casereccio', a rischio anche l'altra

petardi 1' di lettura Ancona 01/01/2012 -

Potrebbe trovarsi senza entrambe le mani il ragazzino che ha fatto esplodere, il primo dell'anno a Torrette di Ancona, il botto 'casereccio' fatto insieme agli amici. Dopo una mano spappolata, ora rischia l'amputazione dell'altra.



Una notte di Capodanno apparentemente tranquilla quella dell'anconetano, anche se non sono mancate le vittime a causa dei fuochi d'artificio: da Numana e Torrette arrivano le prime notizie. Oltre ad un ragazzino 11 di Castelfidardo a Numana ad esserne vittima anche un 13enne di Torrette.

Il ragazzino si trovava in via Lambro con alcuni amici e stava dando fuoco ad un botto da loro congegnato quando l'esplosione l'ha investito spappolandogli una mano.

Un terribile episodio causato dai fuochi fatti in casa che miete ancora vittime nel Capodanno come nel periodo delle feste. I ragazzi avrebbero preso della polvere pirica di alcuni petardi e dopo averla inserita in una bottiglia di vetro gli avrebbero dato fuoco provocando uno scoppio fortissimo fatto di schegge di vetro.

Sul posto l'ambulanza del 118 che ha trovato il ragazzino con la mano maciullata, ma non basta forse perderà anche l'altra se per qualche complicazione gli verrà amputata. Dopo i primi accertamenti il 13enne é stato portato all'Ospedale Regionale di Torrette e nonostante la grave situazione non sarebbe in pericolo di vita.






Questo è un articolo pubblicato il 01-01-2012 alle 22:44 sul giornale del 02 gennaio 2012 - 1605 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, capodanno, petardi, torrette, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/twr





logoEV