contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Emergenza maltempo, già lievitati a oltre 600 mila i costi previsti dal Piano neve provinciale

2' di lettura
590

Carla Virili

Sono lievitati a oltre 600 mila euro i costi del Piano neve. A renderlo noto è l’assessore alla Viabilità della Provincia di Ancona Carla Virili. “Possiamo dire che il nostro Piano Neve – afferma l’assessore – è riuscito a fronteggiare l’eccezionale portata dei fenomeni atmosferici che hanno colpito un po’ ovunque il territorio, tanto che la percorribilità della rete viaria provinciale con gomme termiche o catene da neve è stata garantita ovunque, salvo poche e temporanee interruzioni.

Sono lievitati a oltre 600 mila euro i costi del Piano neve. A renderlo noto è l’assessore alla Viabilità della Provincia di Ancona Carla Virili. “Possiamo dire che il nostro Piano Neve – afferma l’assessore – è riuscito a fronteggiare l’eccezionale portata dei fenomeni atmosferici che hanno colpito un po’ ovunque il territorio, tanto che la percorribilità della rete viaria provinciale con gomme termiche o catene da neve è stata garantita ovunque, salvo poche e temporanee interruzioni. Tuttavia, ciò ci costringe a fare i conti con un aumento dei costi previsti dal Piano stesso, le cui azioni sono state implementate dal ricorso a maggiori mezzi rispetto a quelli ipotizzati in condizioni di ordinario maltempo. Vorrei sottolineare che la sostanziale percorribilità delle strade provinciali è stata resa possibile anche grazie all'impegno encomiabile degli operatori della viabilità provinciale, che hanno lavorato senza interruzione e in condizioni di particolare difficoltà”.

Un ringraziamento che si aggiunge a quello portato tra ieri e oggi dalla presidente Patrizia Casagrande, recatasi di persona nei luoghi delle operazioni. Per quanto riguarda lo stato delle strade provinciali, in questo momento si registra una criticità. Sulla Sp1 “del Conero” si sta lavorando per la riapertura del tratto il Poggio e Massignano, dove la caduta di un grande albero vede impegnati da domenica i tecnici della Provincia e i Vigili del Fuoco nella sua rimozione, resa complicata dal gelo e dalla difficoltà di far giungere i mezzi adatti. Si segnala inoltre che la Sp 46 “di Cerreto”, benché transitabile, è stata interdetta alla circolazione dei cittadini (ma non ai mezzi di soccorso): una misura adottata cautelativamente dalla Provincia per garantire la sicurezza e l'incolumità degli automobilisti, considerata la pericolosità costituita dalla conformazione della sede stradale. “In questo momento – conclude la Virili – le priorità su cui sono impegnati i nostri Nuclei operativi esterni sono l’allargamento delle carreggiate ostruite dai cumuli di neve ai bordi delle strade e la rimozione del ghiaccio formatosi nella notte, anche attraverso lo spargimento di sale”.



Carla Virili

Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2012 alle 16:14 sul giornale del 14 febbraio 2012 - 590 letture