contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Torrette: é Paolo Galassi il nuovo direttore generale degli Ospedali Riuniti

3' di lettura
2416

Paolo Galassi
E’ stato presentato lunedì mattina alla stampa il nuovo direttore generale dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona Paolo Galassi, 59 anni, originario di Macerata, che sostituirà Gino Tosolini, grande professionista prematuramente scomparso nel settembre scorso. La nomina di Galassi è avvenuta d’intesa tra la Regione e l’Università.

“Abbiamo scelto – ha spiegato il presidente della Regione Gian Mario Spacca – di affidarci ad un uomo di comprovata esperienza, un elemento di stabilità e continuità con il lavoro svolto finora che ha come obiettivo quello di consolidare l’ospedale regionale ai più alti vertici di eccellenza. C’è la volontá della Regione di sostenere il direttore Galassi nella pienezza delle sue funzioni con il massimo supporto”.

Galassi, oltre ad essere direttore amministrativo dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona è stato anche direttore nel periodo di malattia dell’ex direttore Tosolini e conosce molto bene la realtà di Torrette. Dal momento della scomparsa di Tosolini, attraverso uno specifico bando, la Regione aveva selezionato per la guida dell’azienda ospedaliera alcune figure di alto profilo che però poi hanno fatto venir meno la loro disponibilità per ragioni diversi (o chiamati dal Ministero della Salute del nuovo governo tecnico o per nuovi incarichi conseguiti nelle strutture di provenienza). Su Guizzardi invece, non c’è stata l’intesa con l‘Università, nonostante le sue eccellenti competenze. Per questo motivo, in questa fase transitoria, si è deciso quindi d’intesa con l’Università di affidare la struttura al direttore Galassi. “Credo che Galassi sia la scelta più giusta e coerente - ha aggiunto Mezzolani – con la vocazione dell’azienda Ospedali Riuniti di Ancona esplicitata nei piani sanitari approvati ed in particolar modo l’ultimo che prevede una struttura di eccellenza punto di riferimento per tutta la regione”.

Una vocazione pienamente condivisa da Galassi. “L’intento – ha detto il neo direttore generale – è quello di specializzare sempre più l’ospedale regionale così da poter collaborare con le altre aziende del servizio sanitario marchigiano e ridurre al minimo la mobilità passiva. In questo contesto sono necessari professionisti di altissimo livello e sarà quindi nostro impegno prioritario coprire i posti che eventualmente si renderanno vacanti con figure altrettanto competenti in grado di rafforzare e migliorare l’intera squadra”. Al Direttore del Dipartimento Salute Carmine Ruta infine il compito di ricordare che l’ospedale regionale dovrà esercitare sempre meno le funzioni di ospedale di rete (oggi sono più del 50%) deputate all’integrazione con le strutture di Jesi e Senigallia e sempre più quelle di alta specializzazione. Galassi eredita un’azienda sana dal punto di vista finanziario. Dal 2007 il bilancio si chiude infatti in pareggio e nel 2011 è stato registrato anche un leggero attivo. Attualmente nella struttura lavorano 3.650 dipendenti di cui 578 medici ospedalieri e 102 universitari equiparati per posizione economica e stato giuridico. 513 sono invece gli specializzandi, 1.875 gli operatori dedicati all’assistenza, 215 gli impiegati amministrativi e tecnici. Il contratto di Galassi ha come data di scadenza maggio 2013, ossia il termine previsto per l’ex direttore generale Gino Tosolini.



Paolo Galassi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2012 alle 16:57 sul giornale del 14 febbraio 2012 - 2416 letture