contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Scuole: da mercoledì riaprono i nidi, ma 'non' le scuole. Ecco quali.

2' di lettura
1439

Scuolabus
Da domani, mercoledì 15 febbraio, riaprono i nidi. L'amministrazione vuole garantire l'incolumità degli scolari. Chiuse le altre scuole, ecco quali.

Si procede con gradualità con l’obiettivo di garantire al cento per cento l’incolumità degli scolari e di chi li accompagna, a seguito della formazione di ghiaccio dovuta all’abbassamento delle temperature, l’Amministrazione comunale ha deciso la riapertura graduale delle scuole, tenendo conto anche delle fasce d’età dei fruitori e delle situazioni contingenti in cui versano gli istituti scolastici.

A questo si accompagna la difficoltà di approvvigionamento di cibi nelle mense scolastiche e di mettere in strada i mezzi scuolabus. Per tutti questi motivi il sindaco Fiorello Gramillano ha deciso con una nuova ordinanza di tenere chiuse anche domani le scuole materne (o d’infanzia ), elementari (istruzione primaria), medie (istruzione secondaria di primo grado) e superiori (istruzione secondaria di secondo grado) .

Eccezion fatta per la struttura di Villa Giardino a Montedago, verranno riaperti invece tutti i nidi, che, si ricorda, costituiscono non un obbligo ma un servizio a domanda individuale, con orario di chiusura per tutti alle 14,30. Fermo restando che per gli automobilisti, e quindi per i genitori che accompagnano i bimbi, resta l’obbligo dell’uso di catene o gomme termiche, si raccomanda particolare prudenza nelle zone in cui sono ubicati alcuni nidi comunali: Pietralacroce, Quartieri nuovi ma anche Via Redipuglia-via Oslavia.


In merito alle rette l’Amministrazione informa che verranno decurtate fino alla fine della settimana corrente a seguito dell’eccezionalità dell’evento. Quanto agli istituti superiori – alle cui strade di accesso le squadre comunali continuano a lavorare senza interruzione - riapriranno con certezza nella giornata di dopodomani, giovedì 16 febbraio.



Scuolabus

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2012 alle 18:13 sul giornale del 15 febbraio 2012 - 1439 letture