contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Servizi di raccolta dei rifiuti: ecco come procede

2' di lettura
615

Prosegue ormai dal 2 febbraio il piano di interventi che Anconambiente ha messo in atto in coordinamento con il COC per rispondere all’emergenza neve che nelle ultime giornate ha tra l’altro notevolmente ostacolato la percorrenza di moltissime strade urbane e periferiche per via del ghiaccio.

“L’azienda ha cercato costantemente di garantire la raccolta quotidiana dei rifiuti in tutta la città, organizzando tempestivamente 55 punti provvisori di conferimento attivi fino ad oggi nei quartieri normalmente serviti con il porta a porta e mantenendo ogni giorno il servizio con Igenio nei limiti della viabilità. Per lunedì prossimo confidiamo di riprendere tutti i servizi di raccolta nel rispetto dei calendari di quartiere”, dichiara il Presidente Giorgio Marchetti.

“Tutte le risorse operative e l’intero parco mezzi aziendale sono stati completamente messi a servizio della città per supportare le azioni di sgombero neve, ripristino della viabilità e manutenzione della pubblica illuminazione”. Dalle prime ore di oggi Anconambiente garantisce l’attività di sghiacciamento in prossimità dei cassonetti presenti in tutte le zone periferiche e frazioni in cui non vige il servizio di raccolta porta a porta: tre turni di lavoro consecutivi giornalieri, pale gommate e diverse squadre operative. Liberate in giornata dal ghiaccio anche alcune vie del centro storico grazie all’intervento di Anconambiente e all’utilizzo di lance ad altissima pressione per spezzare i blocchi ormai compatti (v. fotonotizia: via Podesti, angolo Corso Stamira). Ben 220 ore di intervento straordinario per l’emergenza neve dal 2 febbraio ad oggi se si considera invece l’attività della centrale operativa da cui sono partiti ogni giorno mezzi spargisale, autobotti con acqua marina e lame sgombraneve su numerosi tratti stradali assegnati dal Comune, tra cui la percorribilità giornaliera dalla Galleria Risorgimento all’Ospedale regionale di Torrette.

Per ciò che riguarda le emergenze gestite dal servizio di pubblica illuminazione (ad esempio alberi caduti sulle linee di illuminazione pubblica e sui pali e ghiaccio dai cornicioni caduto sui corpi illuminanti) sono state impiegate ad oggi tutte le unità operative disponibili (8 persone) per un totale di 149 ore, 3 mezzi per le lavorazioni in quota, 3 camion con pianale e grù e 2 mezzi furgonati attrezzati come officine mobili. Le operazioni di sgombero neve con il bobcat in area portuale hanno finora richiesto oltre 100 ore di intervento. La previsione per la fase di post emergenza, ancora in corso, prevede un impiego di personale per 390 ore e di mezzi per 200 ore. Resta forte l’appello ai cittadini per evitare che ricorrano a conferimenti indifferenziati a causa dell’emergenza neve: Anconambiente raccomanda quindi di disfarsi gradualmente di quanto finora trattenuto in casa (carta, plastica, vetro e metalli) e di farlo nel massimo rispetto delle regole.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2012 alle 17:55 sul giornale del 16 febbraio 2012 - 615 letture