contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

La neve porta 'doni' agli studenti: a rischio le vacanze pasquali e 1° maggio

2' di lettura
1265

libri

La pausa neve non porta bene agli studenti. Ragazzi si recupera in Ancona come in tutte le Marche. E' così che i giorni sui banchi si allungano. A rischio il ponte del primo maggio, si limano i giorni della vacanze pasquali e forse si posticipa anche la chiusura della scuola.

Le attese modifiche al calendario scolastico regionale sono state approvate. La Regione avrebbe deciso, infatti, dopo la lunga pausa per maltempo, di allungare il calendario scolastico. E' così che tutti i marchigiani come tutti gli studenti ed alunni anconetani dovranno tornare sui banchi qualche giorno in più del previsto.

Ma questo ovviamente dopo aver beneficiato di una pausa neve 'forzata' anche se bene accolta dal "popolo della scuola" causa maltempo. Proprio come spiega in una nota l’assessore all’Istruzione, Marco Luchetti “Il calendario scolastico era stato fissato nel numero minimo di 206 giorni di lezione per ciascuna autonomia, al netto delle sospensioni delle attività didattiche decise dalle scuole. Tale numero di giorni è stato ritenuto funzionale alle esigenze del Piano dell’Offerta Formativa e alle eventuali sospensioni o riduzioni del servizio scolastico a causa di eventi eccezionali. La Regione ha ritenuto doveroso consentire il recupero delle attività non svolte a causa dell’interruzione forzata, concedendo questa possibilità alle scuole. La decisione è stata assunta dopo un’ampia consultazione con gli enti locali e le organizzazioni sindacali”.

Una eccezionale ondata di maltempo che non fa sconti, dunque, neache agli studenti. Continua così per loro e soprattutto si allunga la permanenza sui banchi per non rischiare di mettere a 'repentaglio' l'offerta formativa anche in Ancona.

Ecco le modifiche effettive al calendario scolastico 2011/2012 per tutti marchigiani e anconetani. Si va dalla possibilità di posticipare la chiusura delle attività didattiche nelle scuole primarie e secondarie fino a mercoledì 13 giugno 2012 a quella di recuperare, eventualmente, la scuola nei seguenti giorni: martedì 10 aprile durante le vacanze pasquali, lunedì 30 aprile per il ponte 1° maggio o di revocare ulteriori giorni di sospensione delle lezioni di ogni autonomia scolastica.

L'assessore regionale Luchetti ha riferito che mentre le attività programmate a livello nazionale, non si possono toccare (il termine delle lezioni é previsto, infatti, il 13 giugno prossimo e l'esame di Stato inizierà, invece, il 18 giugno). Da qui la necessità delle modifiche al calendario scolastico che dovrà essere accordato con gli Enti Locali.



libri

Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2012 alle 19:05 sul giornale del 21 febbraio 2012 - 1265 letture