contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Borgognoni: 'Conto salato per l'emergenza neve'. Il Sindaco ringrazia tutti

5' di lettura
673

fabio borgognoni

Il sindaco Fiorello Gramillano ha scritto questa mattina una lettera per ringraziare coloro che si sono prodigati durante l’emergenza neve. Ma si tirano anche le somme.

Lettere che esprimono la riconoscenza della città sono state indirizzate all’Esercito italiano, in particolare ai rappresentanti del Genio di Piacenza e del 28mo Reggimento di Pesaro, che hanno dato la disponibilità di uomini e mezzi: 14 spalatori dell’Esercito da Pesaro attivi nelle frazioni e da Piacenza altri 17 addetti con 6 mezzi spazzaneve.

Un grazie ai 30 volontari della protezione civile della regione Veneto (provincia di Vicenza e di Verona) che sono giunti ad Ancona con turbine e altri mezzi e che sono intervenuti liberando case isolate rimaste bloccate e. impiegati anche per ripristinare il canile di Bolignano. Riconoscenza anche ai Vigili del fuoco volontari che hanno risposto alle richieste di aiuto di malati che avevano bisogno di trasporto all’ospedale per terapie urgenti.

Grazie anche agli atleti della Stamura Rugby, al presidente Stefano Lucarini e al consigliere Ernesto Cimino che li ha coordinati e che hanno lavorato nel centro città. “A questi si aggiungono i ringraziamenti – afferma il sindaco – alla Compagnia lavoratori portuali che gratuitamente hanno prestato la loro opera; a Mobilità e Parcheggi che ha messo a disposizione i propri ausiliare per il recapito di farmaci e viveri alle persone in difficoltà; agli scout, ai volontari cassaintegrati di Fincantieri, gli oltre 250 spalatori e ai tanti cittadini che con buona volontà hanno dato il proprio contributo per riportare la città alla normalità, anche magari ripulendo soltanto un pezzetto di marciapiede davanti il proprio cancello.

Solidarietà soprattutto nelle frazioni dove in tanti si sono prodigati per sostenere le persone più in difficoltà. Numerosi gli episodi di abnegazione e disponibilità nei confronti del prossimo. Proprio in questo periodo di grave emergenza credo che alcune persone ed alcune zone di questa città abbiano dato un bell’esempio di solidarietà e di impegno civile. Ai tutti loro va la nostra riconoscenza”.

Particolare apprezzamento per il ruolo svolto dalla sala operativa integrata della protezione civile provinciale e regionale, a tutte le forze dell’ordine e al vice prefetto Corona che ha garantito i collegamenti, seguendo specificamente la situazione del porto. Il sindaco ha voluto inoltre esprimere gratitudine a tutto il personale dell’Amministrazione che ha lavorato per superare l’emergenza: ”Sono state due settimane molto impegnative – prosegue il primo cittadino - che hanno visto in prima linea tanti operai e tecnici, agenti di polizia municipale, dirigenti e impiegati”.

Gran lavoro anche per l’Ufficio Comunicazione e relazioni con i cittadini . Nello specifico il sito web del Comune con la pagina flash news sull’emergenza neve è stato visitato ben 258.870 volte in poco più di due settimane. Il picco massimo di visite si è registrato con le notizie sulla chiusura delle scuole. Nello stesso arco di tempo dell’emergenza i contatti al telefono, numero verde e sportello sono stati oltre 1.400 a cui si aggiungono tutti i contatti registrati al numero del Coc ora in fase di determinazione.

“Un ringraziamento particolare – gli fa eco l’assessore alla Protezione civile Fabio Borgognoni – a tutto lo staff del Centro Operativo Comunale che ha presidiato tutta la fase critica. Abbiamo fatto tesoro di questa esperienza, la macchina comunale è stata messa a dura prova per ben tre volte (tre casi di emergenza di seguito) dando una risposta di efficienza e di presenza sul territorio ma è ulteriormente perfettibile e pertanto stiamo già lavorando in questo senso. Ora però dobbiamo affrontare il conto di queste due settimane ed è un conto salato”.

Infatti ammonta ad oltre 3 milioni di euro il bilancio dell’emergenza. “Si tratta di una prima stima – precisa l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Pasquini – speriamo approssimata per eccesso. Ammontano a circa 800 mila euro solo i costi vivi per i materiali e mezzi impiegati in quei giorni.

A ciò si aggiungono i danni causati al manto stradale dal ghiaccio, dal sale e pale meccaniche e che potrebbero anche superare i 2 milioni di euro. Un danno grave se si considera che colpite sono state anche strade che erano state riasfaltate nel settembre scorso per via del Congresso Eucaristico. Danni consistenti anche agli impianti sportivi (al Pinocchio e al parco del Gabbiano per citarne alcuni) per oltre 300 mila euro a cui si aggiungono altri 100 mila euro di danni agli spazi verdi e alle alberature che dovranno essere messe in sicurezza. Il problema sarà ora dove reperire i fondi per questi ulteriori interventi.

L’Amministrazione comprende anche i disagi che i cittadini hanno sopportato e dovranno sopportare d’ora in poi prima che tutti si normalizzi completamente. La pulitura della sede stradale non può essere svolta pienamente perché questo comporterebbe ulteriori enormi costi di affitto dei mezzi per provvedere alla raccolta, rimozione e trasporto dei residui nevosi.

a precedenza – conclude l’assessore ai lavori pubblici Pasquini – sarà data alla messa in sicurezza delle strade per le quali sono state già previste spese urgenti per il riempimento delle buche. Questo per garantire la pubblica incolumità. Per mettere in atto l’intervento stiamo solo aspettando il miglioramento delle condizioni meteorologiche”.



fabio borgognoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2012 alle 12:27 sul giornale del 22 febbraio 2012 - 673 letture