contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Furto alle Grazie, 46enne anconetano sfonda finestra con la zappa ed esce con l'oro

2' di lettura
1089

furto

E' stato braccato dagli Agenti della Volante il 46enne anconetano che sfondato la finestra di un appartamento alle Grazie. L'uomo sarebbe uscito con l'oro in mano, quando é intervenuta la polizia.

Era tardo pomeriggio di giovedì alle grazie, quando un passante ha segnalato una persona sospetta. E' così che é scattato, subito dopo la telefonata al 113, il blitz delle Volanti.

Sotto segnalazione di un passante, infatti, che la volante veniva a conoscenza di un uomo sospetto che si aggirava nei pressi del giardino di un'abitazione di Via Colleverde munito di torcia e arnesi per scasso.

Immediato l'intervento degli uomini delle Volanti di Ancona, diretti dal Vice Questore Aggiunto Cinzia Nicolini e degli Agenti di Polizia che dopo aver circondato l'edificio sono riusciti a braccare il ladro.

L'uomo, il pregiudicato M.D queste le sue iniziali, stava tentando la fuga con dell'oro che era riuscito arraffare nella casa in questione. Il 46enne anconetano non era infatti nuovo a reati ed nel caso specifico aveva approfittato della temporanea assenza dei proprietari per mettere a segno il furto: una zappa trovata in giardino la modalità per sfondare la serranda della finestra di una camera da letto.

Ed proprio da quella stanza, una volta all'interno, che era riuscito a rubare nei cassetti diversi oggetti in oro: gioielli, anelli, catenine, collane, medagliette. Un bel bottino di valore nei tempi che corrono. Ma fortunatamente l'arrivo della Polizia ha fatto si che tutti gli oggetti rubati siano stati restituiti alla vittima del furto, un anconetano di 68 anni.

Per il ladro sono scattate le manette ed ora si trova recluso presso il Carcere di Montacuto a seguito di Ordinanza di custodia cautelare emessa venerdì mattina dal Tribunale di Ancona dopo la convalida dell'arresto.



furto

Questo è un articolo pubblicato il 24-02-2012 alle 16:04 sul giornale del 25 febbraio 2012 - 1089 letture