Rete da posta illecite, sequestrate. Scatta la denucia contro ignoti

capitaneria di porto di ancona 1' di lettura Ancona 22/03/2012 - Gli uomini della Capitaneria di Porto di Ancona, con l'ausilio dei colleghi di Pesaro e San Benedetto del Tronto, hanno sequestrato due mila metri di rete da posta e oltre 200 attrezzi vari.

L'operazione, finalizzata al contrasto dell'abusivismo, nel corso della quale è stata sequestrata l'attrezzatura a carico di ignoti, ha visto impegnati oltre 30 militari, 9 mezzi nautici e 3 autopattuglie lungo tutti i 170 km di costa marchigiana.

Uno sforzo congiunto, coordinato dall'ammiraglio Giovanni Pettorino Comandante regionale della Guardia Costiera che, oltre al sequestro della rete e dei mezzi da pesca, ha condotto i militari alla denuncia contro ignoti per la detenzione di prodotto ittico di misura inferiore al minimo consentito dalla legge.






Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2012 alle 15:23 sul giornale del 23 marzo 2012 - 817 letture

In questo articolo si parla di cronaca, capitaneria di porto, ancona, abusivismo, Sudani Alice Scarpini, Capitaneria di Porto di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/wOs





logoEV
logoEV