contatore accessi free

Road Show ad Ancona, Mussari (Abi) 'Banche azione fondamentale'

Abi, Road Show Italia Ancona 3' di lettura Ancona 27/03/2012 - Arriva ad Ancona la terza tappa del 'Road Show Italia'. Un evento per fare il punto con banche, istituzioni ed imprenditori sulle prospettive dell’economia italiana. “Le banche - ha affermato il presidente dell'Abi Mussari - svolgono un’azione fondamentale per il Paese, le imprese e famiglie." Questo, a detta degli intervenuti, anche in un tempo di crisi. Regione e provincia salutano l'evento.

Anche in tempo di crisi, secondo Mussari, le banche devono continuare ad essere un punto di riferimento, un asse portante del Paese e devono cercare di portare avanti, insieme alle imprese, un percorso comune. Si apre su questa prospettiva la terza tappa del Road Show Italia ad Ancona. “Le banche - ha detto il presidente Abi Giuseppe Mussari - svolgono un’azione fondamentale per il Paese, le sue imprese e famiglie. Questo anche in un quadro di scarsa redditività e di risorse limitate. In un momento di crisi il nostro sforzo diventa ancora più determinante."

"È il caso per esempio del recente accordo sulle nuove misure per le Pmi. La dimostrazione di un percorso comune con le imprese: le banche mettono a disposizione forza e stabilità, si assumono il peso di rinunciare a pagamenti importanti alla luce di un ciclo sfavorevole”. Queste le parole del Presidente dell’Abi Giuseppe Mussari intervenuto martedì mattina alla tavola rotonda “Le Banche italiane per il Paese” alle Muse di Ancona durante il Road Show Italia 2011-2012 che vede Ancona, dopo Cuneo e Vicenza, la terza tappa nazionale, nonché unica tappa per il centro Italia. Un'iniziativa avviata dall’Associazione Bancaria Italiana con l’obiettivo di entrare nei territori e portare un messaggio che anche in tempo di crisi, come quello attuale, le banche ci sono per la comunità.

"Ma per fare questo - ha spiegato Mussari - le banche hanno urgente bisogno di recuperare e accrescere redditività per sostenere ancora di più e meglio famiglie e imprese. L’Italia è un grande Paese - ha concluso Mussari - così come il suo debito pubblico, che seppur ingente si fonda su basi solide, e la sua sostenibilità non può essere messa in dubbio. Le qualità necessarie per ricominciare a crescere ci sono, anche se il nostro Paese non può risolvere tutto da solo. E' necessario che questi sforzi vadano inseriti in un quadro europeo ancor più solido. L’Europa deve fare la sua parte, noi, in Italia, i compiti a casa li abbiamo fatti.”

“Le Marche - ha affermato Spacca - sono la prima regione manifatturiera d’Italia e la decima in Europa. Ma siamo in una fase di recessione. In questo contesto uno dei fattori prioritari per la tenuta delle imprese é il credito."

"In tempi di crisi sono chiamati a fare sacrifici - ha sottolineato Patrizia Casagrande - le famiglie, i lavoratori, le imprese. Lo stesso vale per banche. A soffrirne anche le imprese. Non bisogna dimenticare, poi, che il rilancio delle politiche di crescita e il debito pubblico del Paese hanno una base comune: la liquidità."








Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2012 alle 17:06 sul giornale del 28 marzo 2012 - 863 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Abi, banche, laura rotoloni, road show italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/w2K





logoEV
logoEV