contatore accessi free

Falconara: 5 arresti per truffa per un valore di 1,5 milioni di euro

Polizia di Stato generico 2' di lettura 28/03/2012 - Associazione a delinquere finalizzata alle truffe. Cinque arresti ed un ricercato, mentre altre 12 persone sono indagate a piede libero. L'Operazione "Gipso Sting" si conclude magistralmente grazie alla Squadra mobile della Polizia, guidata dal Dott. Giorgio di Munno, in collaborazione con i Carabinieri diretti dal Capitano Luca Staro e il pm Paolo Gubbinelli.

Una truffa del valore di 1,5 milioni di euro ai danni di fornitori che sconfinava fino al Nord d'Italia. L'operazione "Gipso Sting" é stata appena portata a termine, ma la vera denuncia é scattata grazie ad un commerciante che ha informato le Forze dell'Ordine di un credito non pagato da un'azienda nei suoi confronti. A questa ne sono seguite tante altre con un fioccare continuo di denunce.

In pratica la truffa era semplice: tramite prestanome dell'azienda con sede a Falconara, si facevano rifornire di qualsiasi materiale, sfruttando appieno il nome della società. A farne le spese la "Gipso Metal Italia", un'azienda di Falconara Marittima ceduta dal vecchio titolare ad uno dei truffatori che era diventato legalmente proprietario ed AD della Srl, proprio quello che attualemente risulta ricercato.

Gli altri risultavano così estranei alla società, ma erano loro a gestire le trame dell'immane truffa da 1,5 milioni di euro. E' così che acquistando merce di ogni tipo i truffatori si arricchivano ai danni di fornitori che ovviamente non sono mai stati pagati. Mentre i truffatori rivendevano la merce a metà prezzo ottenendo un gran bel ricavato.

Figurando una chiusura per inventario, poi, avevano aperto perdipiù una nuova filiale anche in vallesina a Monsano. E' così che scattano le manette martedì nella provincia di Ancona: Falconara, Castelferetti, Jesi fino a sconfinare nella provicia di Roma per B.Plotino., O.Carlin., G.Fascella., ma anche R.Ronconi. e L. Barchiesi..

Per loro l'accusa é associazione a delinquere finalizzata alle truffe ed appropriazione indebita. Mentre un'operazione si conclude si continua ad indagare su altre 12 persone che attualmente sono ancora a piede libero.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2012 alle 17:12 sul giornale del 29 marzo 2012 - 1935 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, ancona, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/w5V





logoEV
logoEV