contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
comunicato stampa

Calcio: Genchi lancia l'Ancona a Canistro e Santoni chiude il tris

3' di lettura
755

Ancona 1905

L’Ancona espugna Canistro e regala a mister Trillini, per la prima volta da quando siede sulla panchina biancorossa, due vittorie consecutive. I dorici dominano dal 1’ al 95’ un Luco Canistro che è sembrato davvero poca cosa e per cui la retrocessione diretta è ormai a un passo.

Trillini, grazie anche al forfait all’ultimo di Pesaresi il quale era stato annunciato in formazione, schiera lo stesso undici che aveva battuto al “Del Conero” la Vis Pesaro, tra i padroni di casa invece recupera l’ex Di Fausto che va a piazzarsi davanti alla difesa con al suo fianco l’altro ex della gara, Pasquale Berardi. Sin dall’ avvio si capisce subito come andrà la partita, gli ospiti partono all’ arrembaggio e sfiorano l’eurogol con una rovesciata di Ambrosini, su cross di Genchi, già al 4’. Al 9’ diagonale dello stesso Genchi fuori di un niente. Ancora Ambrosini cerca il gol d’autore al minuto 14, deviando di tacco verso la porta un traversone di Patti: la palla esce di un nulla. Due minuti dopo si fanno vivi i padroni di casa in contropiede ma Ciaprini spreca una buona occasione ciabattando la conclusione e permettendo a David di effettuare una facile parata.


L’Ancona passa al 31’: Di Stefano atterra Genchi nel tentativo di fare una rovesciata, per l’arbitro non ci sono dubbi, è rigore. Lo stesso bomber pugliese realizza freddamente dal dischetto: per lui gol numero 15 in stagione, raggiunto il compagno di reparto Ambrosini. Nella ripresa poi lo supererà. Ma prima del raddoppio l’Ancona va vicina al gol al 5’ del secondo tempo con una doppia conclusione di Costa Ferreira murata dalla difesa di casa. Gli ospiti sono in forcing e arriva il meritato 2-0: è il 16’ quando il neo entrato Kostadinovic (al posto dello sfortunato Gramacci, per lui si teme uno stiramento alla coscia sinistra) effettua un delizioso cross basso dalla destra che Genchi deve solo spingere in rete. Gol numero 16 per lui e numero 31 della coppia d’attacco titolare biancorossa. I dorici non si fermano e colpiscolo un palo al 28’ con un tiro da fuori di Ruffini e arrontondano il risultato in pieno recupero con Elia Santoni, anche lui appena entrato, bravo a scattare sul filo del fuorigioco e a depositare in rete un altro assist di Kostadinovic.

E’ il giusto premio per il mediano di Polverigi, determinante nel triplete della stagione scorsa ma finito ai margini della rosa in questa, che si fa trovare sempre pronto quando viene chiamato in causa: potrebbe essere ora di farlo giocare con continuità. Finisce 3-0, l’Ancona si va a prendere gli applausi dei tifosi giunti anche fino a Canistro e, in attesa del risultato della Civitanovese impegnata domani sera sul campo del San Nicolò, torna al terzo posto. La caccia al miglior piazzamento in vista dei play-off è ufficialmente cominciata. Unica nota stonata le ammonizioni rimediate da Maiorano, Torta ed Ambrosini che, diffidati, salteranno la sfida col Riccione guidato dal velenoso ex Davide Tentoni.

LUCO CANISTRO – 0 Nutricato; Iommazzo, Merenda, Di Stefano, Mancini; (1’ st Del Gizzi); Berardi, Di Fausto, Severini, (19’ st Avino); Fracassi, (23’ st Iacovitti), Ciaprini; Pedalino. A disp.: Paravani, Tomassi, Albertazzi, Tarquini. All. Promutico.

ANCONA 1905 – 3 David; Gagliardini, Tafani, Torta; Patti, Costa Ferreira, Maiorano, Ruffini, Gramacci, (8’ st Kostadinovic); Genchi, (39’ st Ferraro sv), Ambrosini, (44’ st Santoni E.). A disp.: D’Arsiè, Gandelli, Santoni M., Malavenda. All. Trillini. Arbitro – Sig. Di Ruberto di Nocera Inferiore

RETI: 31’ pt (rig.) e 16’ st Genchi, 49’ st Santoni E.

AMMONITI: Maiorano, Di Stefano, Torta, David, Ambrosini.

NOTE: spettatori 200 circa con una cinquantina di supporter dorici. Angoli: 4- 3.

Recupero: pt 0’ st 5’.



Ancona 1905

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2012 alle 22:58 sul giornale del 02 aprile 2012 - 755 letture