contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Ladre 'seriali' di supermercati fermate dai Carabinieri in Ancona

2' di lettura
779

carabinieri

Da mesi perpetravano furti ai danni di diversi centri commerciali nell'anconetano. Fermate due giovani donne grazie ai Carabinieri di Ancona.

Nella mattinata di venerdi i Carabinieri del Norm della Compagnia di Ancona hanno dato esecuzione alle ordinanze di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di due giovani. Si tratta della 29enne piacentina Nadia Spinelli e della 24enne rumena Achim Jasmina, entrambe residenti in Ancona.

Le due, da tempo ricercate, sono le autrici di numerosi furti a danni di diverse attività commerciali della città dorica. Ed é grazie alle indagini, frutto dell’intervento coordinato dei Reparti del territorio dorico, che erano state avviate lo scorso novembre, dopo le denuncie dei furti, che si é risaliti alle due ladre seriali. In particoloare l'impulso alle indagini é partito dopo furti perpetrati, sempre nell’orario di apertura, nel Supermercato "Dico" di via Flaminia.

Una volta individuate, le due malviventi, sono state denunciate per furto aggravato in concorso. Ma, noncuranti della denuncia, avevano ripreso la loro attività illecita commetendo altri furti nel mese dicembre dello scorso anno ai danni di un centro commerciale, l'Auchan. Nell'occasione si erano impossessate di videogiochi, anche se protetti da piastre antitaccheggio. Ma le telecamere le avevano immortalate ed alle immagini video si erano aggiunti anche alcuni testimoni oculari.

Ma neanche l'Auchan era bastato e, nel febbraio scorso, sempre con lo stesso 'modus operandi' che le due si erano ripresentate al Dico, dove erano già note, e nascondendo merce, in particolare alimentari, sotto i propri abiti avevano tentato di superare la barriera delle casse, il tutto senza pagare.

I dirigenti del Supermercato non ci avevano messo molto a capire le cattive intenzioni delle due giovani donne. E' così, messe alle strette, che le due sono passate alle minacce di gravi ritorsioni ai presenti se non le avrebbero lasciate passare. Dal furto le due si sono "macchiate" così di rapina.

Ora l’Autorità Giudiziaria di Ancona ha disposto per loro gli arresti domiciliari.



carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2012 alle 17:50 sul giornale del 07 aprile 2012 - 779 letture