contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: 'raccolta differenziata di prossimità', l’assessore Astolfi fa chiarezza

3' di lettura
1064

matteo astolfi

“La scelta della raccolta di prossimità – spiega l’assessore all’ambiente Matteo Astolfi - è stata ben ponderata dall’Amministrazione valutando aspetti ambientali e operativi al fine di tutelare l’ambiente e garantire il potenziamento della differenzazione dei rifiuti con lo sguardo sempre molto attento a quelli che sono i costi della tassa rifiuti (TARSU) per i cittadini”.

Viste le notizie pubblicate sui quotidiani locali lo scorso 25 aprile in merito alla raccolta differenziata corre l’obbligo di precisare che la percentuale di raccolta differenziata nel Comune di Falconara Marittima dell’anno 2011, pari al 32,32% comprende, in quanto media annuale, solo il primo periodo di attivazione, del tutto parziale, del nuovo sistema di raccolta differenziata di prossimità deciso dal Comune ed attuato da Marche Multiservizi Falconara. Infatti il progetto di riorganizzazione approvato dall’Amministrazione comunale nel marzo dello scorso anno prevedeva una prima fase, che è stata realizzata come da programma nel periodo primavera-estate 2011, di attivazione della raccolta di prossimità presso una parte del quartiere centro, della raccolta differenziata presso il litorale sud, in corrispondenza della stagione balneare, e l'estensione della raccolta della frazione organica a tutto il territorio comunale.

La seconda fase, realizzata come previsto nella seconda metà dell’anno, prevedeva l'estensione della raccolta di prossimità a tutto il territorio comunale e, successivamente, il potenziamento della raccolta differenziata per le utenze non domestiche. Il periodo autunnale invernale ha visto infatti l’Azienda e il Comune lavorare per la distribuzione delle nuove isole ecologiche, in media una ogni 70-80 abitanti, complete dei contenitori per le raccolte di tutte le principali frazioni di rifiuti prodotte dalle famiglie falconaresi e successivamente, l’avvio delle nuove modalità di raccolta. E’ in corso il potenziamento per la raccolta del verde e per modalità di raccolta completamente nuove e dedicate per le utenze produttive. I primi risultati dei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, nei quali è possibile osservare concretamente i primi effetti della riorganizzazione del sistema di raccolta portano la percentuale al 45%, pienamente nei valori della media regionale (49%) ed evidenziando pertanto una piena riuscita del metodo scelto.

L’anno 2012 vedrà l’impegno dell’Amministrazione e dell’Azienda rivolto all’obiettivo del miglioramento del risultato attraverso il completamento della raccolta per le attività produttive, la riproposizione della raccolta in spiaggia, l’avvio degli ispettori ambientali, iniziative per il potenziamento del centro di raccolta, recentemente ristrutturato. Per quanto riguarda invece i costi per i rifiuti smaltiti in discarica nel 2011 (12014 tonnellate), oltre al costo di conferimento, è bene precisare che “la penalità per non aver raggiunto il 60%” non è di 24 euro, bensì di 4 euro a tonnellata relativi all’addizionale del 20% sul tributo di 20 euro (impropriamente sommato dal PD tra le penalizzazioni) pagato su ogni tonnellata conferita.

Tale penalizzazione inoltre è applicata qualora a livello di ATO non vengano raggiunti gli obiettivi prefissati. Dati alla mano quindi il Comune non ha un maggiore esborso di 500 mila euro all’anno, ma di 288.336, cifra consistente, ma decisamente inferiore da quella riportata dalla stampa locale. “Tutto ciò – commenta l’assessore Astolfi - a fronte di un sistema assolutamente più sostenibile per i cittadini falconaresi, sia dal punto di vista della fruibilità, in quanto più flessibile rispetto agli obblighi di giornate e orari di conferimento del Porta a Porta, sia dal punto di vista economico. Infatti il costo a carico della collettività per un sistema porta a porta spinto avrebbe comportato oneri più elevato, all’incirca del 30%, rispetto al sistema scelto dal Comune di Falconara della raccolta di prossimità”.



matteo astolfi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2012 alle 23:51 sul giornale del 28 aprile 2012 - 1064 letture