contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Roma: i poliziotti della Questura di Ancona accompagnano gli studenti a 'Regoliamoci'

2' di lettura
889

Ragazzi & Polizia: un concerto per le regole. Tutto centrato sul made in Italy il concerto per la legalità organizzato dalla Polizia di Stato andato in scena ieri al Gran Teatro di Roma.

Non poteva essere altrimenti, perché l'obiettivo era coinvolgere il più possibile i ragazzi italiani, perlopiù studenti in età adolescenziale, quella più sensibile e recettiva al mondo esterno. Come sensibili e generosi sono stati gli artisti, cantanti, attori, ballerini, comici, gente di spettacolo, tutti di altissimo profilo umano e professionale, che hanno regalato alla platea una giornata indimenticabile.

L'entusiasmo degli oltre 3.000 studenti "Regoliamoci" è il titolo del concerto della polizia - che verrà mandato in onda sabato 5 maggio alle 15,30 su RaiUno - ma è anche una metafora della vita come vorremmo fosse letta dagli occhi di un ragazzo. O più semplicemente un gioco di parole che gioco non è, da un'idea efficace e diretta su cui la Polizia di Stato si batte da sempre: l'importanza per i giovani di seguire le regole, di formarsi e crescere secondo princìpi di legalità.

Anche una scuola marchigiana, il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci “ di Jesi, ha partecipato al concorso abbinato al concerto con un testo video - musicale inedito ideato dagli stessi studenti. Accompagnati a Roma dai docenti e dai poliziotti della Questura di Ancona e del Commissariato di Jesi, a bordo di autobus della Polizia di Stato, gli studenti hanno potuto assistere al grande evento e vivere con i poliziotti un esperienza diversa.

Infatti, per la trasferta presso la Capitale, docenti e studenti sono stati ospitati per due giorni presso la l’Istituto per Sovrintendenti di Spoleto ove hanno potuto assistere alle attività addestrative dei poliziotti ed alla vita di caserma. Ulteriori informazioni e documentazione sull’home page del sito www.poliziadistato.it



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2012 alle 17:24 sul giornale del 30 aprile 2012 - 889 letture