Servizio civile, il saluto del sindaco ai volontari

servizio civile 02/07/2012 - Servizio civile, martedì il saluto del sindaco ai volontari. Martedì 3 luglio alle ore 8:30, è previsto il benvenuto del sindaco alle ragazze selezionate nel mese di novembre 2011.

I problemi economi che stanno interessando il Paese e che hanno prodotto la contrazione in sede nazionale e quindi anche locale dei fondi in bilancio destinati al progetto, hanno ridotto il numero delle partecipanti e il periodo. Il Comune di Ancona ha avuto il via nulla osta dal Ministero competente per il progetto per il mese di luglio. Le ragazze impegnate nel servizio civile saranno quattro.

Il progetto, dal titolo Insieme Sconfinando, avrà per oggetto il settore di intervento dell'assistenza di competenza dell’Unità Operativa Disagio/Immigrazione che si occupa di interventi specifici sia nell'area della povertà/disagio adulto (per ciò che attiene la programmazione/gestione degli interventi assistenziali rivolti alle frange meno ambienti della popolazione locale), che nell'area dell’immigrazione (relativamente agli aspetti collegati ai procedimenti di rinnovo/rilascio dei Titoli di Soggiorno e alle azioni destinate a favorire i processi di integrazione socio-lavorativa).

Nell'area disagio adulto/povertà gli obiettivi del progetto sono i seguenti: rafforzare le azioni di accompagnamento alla fruizione dei servizi presenti nel contesto locale; monitorare gli interventi territoriali programmati e potenziare le azioni dirette a sensibilizzare la comunità locale riguardo a queste esigenze. Orientare le iniziative di solidarietà svolte dalle Associazioni di volontariato e implementare percorsi di inserimento socio-lavorativo per detenuti/ex detenuti.

Nell'area Immigrazione la finalità è quella di favorire a livello locale la realizzazione di attività rivolte all’integrazione dei cittadini stranieri nel tessuto sociale nell’ottica di una città aperta che promuove il diritto di cittadinanza.

Per quanto concerne i giovani di servizio civile il progetto prevede la possibilità di offrire loro una esperienza formativa culturale e professionale; avranno la possibilità di sperimentare, con il supporto degli operatori presenti nel settore Disagio/Immigrazione, le procedure per l’implementazione di progetti specifici nell’ambito penitenziario e post-penitenziario; di conoscere altri operatori presenti presso le Associazioni del Terzo settore che si occupano di interventi specifici nell’ambito della marginalità; di apprendere abilità di comunicazione e di relazione per la divulgazione di informazioni; di sviluppare capacità di lavoro di rete nel proprio ambito lavorativo.

Le ragazze, prima di entrare a pieno nell'attività del progetto seguiranno un percorso formativo (generale sul servizio civile e specifico sul progetto) per un totale di 125 ore. La formazione ha lo scopo di preparare le giovani volontarie allo svolgimento del Servizio Civile per accrescere la consapevolezza sull'esperienza di Servizio civile nazionale sia di avvicinare le giovani alla realtà dei servizi del nostro Ente e al significato degli interventi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2012 alle 13:12 sul giornale del 03 luglio 2012 - 475 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/A5J





logoEV