contatore accessi free

Tornambene e Cappelluti: 'Parco Tiziano, le società di pulizia non rispettano le norme'

degrado parco 1' di lettura Ancona 09/07/2012 - I privati cittadini sono tenuti, a norma di regolamento, a ripulire i loro giardini dai residui del lavoro di tosatura dei prati, dalle erbacce e quant’altro.

In questi giorni veniva effettuata la ripulitura del Parco Tiziano, ma non si capisce perché – affermano in una nota Salvatore Tornambene e Gianni Cappelluti – le società appaltatrici della pulizia di prati ed aiuole che insistono nel suolo pubblico non rispettano le stesse norme.

I loro operatori, una volta effettuato il lavoro di tosatura, non rimuovano, deponendoli negli appositi contenitori, i residui che restano in balia del vento, non offrono certamente uno spettacolo di pulizia, di pubblico decoro e comunque non rappresentano il risultato di giusta manutenzione.

Sarà che Ancona, purtroppo, ha ormai una certa tradizione in fatto di incompiute così come ce l’ha la Civica Amministrazione in fatto di incongruenze.

Ma – concludono Tornambene e Cappelluti –sarebbe ora di dare una decisiva sterzata, cambiando decisamente andazzo, soprattutto per quanto riguarda sia l’assegnazione dei pubblici appalti che la riprovata necessità di regolari controlli dell’operato delle ditte appaltatrici.


da Gianni Cappelluti e Salvatore Tornambene
Consiglieri AN II Circoscrizione




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2012 alle 17:32 sul giornale del 10 luglio 2012 - 719 letture

In questo articolo si parla di attualità, ii circoscrizione, ancona, alleanza nazionale, Salvatore Tornambene, Gianni Cappelluti, Tornambene, Cappelluti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BoI





logoEV
logoEV