contatore accessi free

Polacco (Confcommercio): 'Anzianità in primis per il rinnovo delle licenze ambulanti'

Massimiliano Polacco 2' di lettura Ancona 10/07/2012 - L'anzianità di servizio sarà il primo criterio di valutazione per il rinnovo delle licenze ambulanti.

E' quanto sancito dall'intesa, in sede di Conferenza Unificata, che ha di fatto chiuso la questione del commercio su area pubblica nella quale la regione Marche ha avuto un ruolo di primo piano.

L'ente regionale ha infatti il coordinamento in materia di commercio nella conferenza stato- regioni e da tempo sta seguendo un tema certamente spinoso che si è chiuso, dopo un lungo lavoro, con un risultato importante.

Il successo è il frutto di una sinergia tra Confcommercio Imprese per l'Italia Marche e la Regione Marche che insieme hanno studiato le problematiche del settore fino a raggiungere il risultato sperato.

Premiato dunque anche il lavoro di Fiva Confcommercio, l'associazione di categoria maggiormente rappresentativa del commercio ambulante a livello nazionale, che ha incaricato il coordinatore di Confcommercio Imprese per l'Italia Marche di dare indicazioni e di fare pressione sull'ente regionale.

Ciò affinchè portasse avanti un'istanza di grande rilievo per i commercianti ambulanti: "La definizione dei criteri per il rinnovo delle licenze ambulanti, con la professionalità valutabile in base all'anzianità di servizio al primo posto. Era estremamente importante per i nostri commercianti ed è fondamentale che si sia deciso di adottare in prima battuta il criterio del lavoro negli anni.

La sinergia tra noi e la Regione Marche, che ha un ruolo di primo piano all'interno della conferenza stato-regioni, ci ha permesso di essere determinanti e di chiudere nel migliore dei modi, centrando un obiettivo strategico, la partita della Bolkenstein, la cosiddetta direttiva Servizi.

Ha pagato la forza di un confronto serrato ma costruttivo: abbiamo fatto fare un passo avanti nella tutela alle nostre imprese". L'intesa sancisce un ottimo equilibrio tra una maggiore concorrenza, equità e rispetto dei diritti acquisiti con una fisionomia ben precisa dei criteri per il rilascio e il rinnovo delle licenze.

Si tratta dunque di una soluzione equilibrata che stabilisce, in sede di prima applicazione, criteri di concessione dei posteggi su aree pubbliche che non vanificano gli investimenti effettuati e l'esperienza professionale degli operatori.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2012 alle 17:01 sul giornale del 11 luglio 2012 - 1362 letture

In questo articolo si parla di attualità, confcommercio, ancona, massimiliano polacco, portonovo, confcommercio ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Bro





logoEV
logoEV