contatore accessi free

Ancona salva i 'terremotati', al via sabato la vendita del Parmigiano

Parmigiano Terremotato 3' di lettura Ancona 11/07/2012 - Presentata mercoledì in Comune, alla presenza dell’Assessore alle attività produttive Adriana Celestini e del direttore di Coldiretti Ancona, Claudio Massaro, l’iniziativa di sabato prossimo dedicata alla vendita diretta di parmigiano terremotato.

Arriva infatti, ad Ancona l’operazione salva-Parmigiano terremotato. Sabato 14 luglio, dalle ore 9 alle ore 13.30, nel Mercato di Campagna Amica attivato all’interno del mercato delle Erbe di Corso Mazzini verrà messo in vendita il formaggio proveniente dalle zone colpite dal sisma, per l’iniziativa di solidarietà promossa da Coldiretti Ancona e Comune di Ancona. L’obiettivo è aiutare concretamente la popolazione delle zone interessate dal terremoto facendo ripartire l'economia e l'occupazione.

Il prodotto in vendita all’interno del mercato delle Erbe viene dal Nuovo Caseificio Andreasi Soc. Agr. A.r.l. di Villa Poma di Mantova, di cui saranno presenti i titolari. Si tratta di Parmigiano Reggiano da pasteggio di stagionatura 7-10 mesi (venduto al prezzo di 8,50 euro/Kg) e di stagionatura 10-13 mesi (10 euro/kg). E’ possibile prenotare il parmigiano terremotato fino al 12 luglio alle ore 12.00 al numero 071-207991.

Il prodotto salvato dai magazzini lesionati è stato verificato qualitativamente eppoi trasferito in opportuni locali prima di poter essere posto in vendita. Con ben 13 magazzini lesionati e quasi un milione di forme crollate a terra, acquistare Grana Padano e Parmigiano Reggiano significa liberare spazio per la nuova produzione, ottenuta dal latte raccolto nelle stalle dove la mungitura non può essere fermata. Il rischio è che, in mancanza di strutture idonee alla conservazione, il gran caldo di questi giorni possa danneggiare altre forme in fase di stagionatura che non potrebbero essere così più essere destinate a Parmigiano Reggiano o Grana Padano, con gravi perdite economiche ed occupazionali. Con una stima di 150 milioni di euro di danni, il sistema del Parmigiano Reggiano è in cima alla triste classifica dei prodotti più danneggiati dal sisma seguito da vicino dal Grana Padano che accusa un colpo da 70 milioni di euro.

“Acquistare prodotti agricoli ed alimentari provenienti dalle zone terremotate è il miglior modo per sostenere la ripresa dei territori colpiti – sottolinea il presidente di Coldiretti Ancona, Maurizio Monnati -. L’iniziativa di sabato al Mercato di Campagna Amica muove, non a caso, dalle centinaia di telefonate e mail ricevute da parte di cittadini desiderosi di dare anch’essi un proprio contributo”.

“Abbiamo dato la nostra adesione e ben volentieri sosteniamo questa iniziativa di Coldiretti per due motivi – spiega l’assessore alle Attività Produttive, Adriana Celestini -. Il primo è che, con questo gesto, contribuiamo alla ripartenza della filiera del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano, consentendo alle imprese di proseguire la loro attività e ai loro dipendenti di tornare al lavoro, cominciando a superare la fase dolorosa del terremoto e riguardare al futuro con occhi di ripresa e crescita.
Il secondo luogo, questo evento di sabato consente ancora una volta di far vivere appieno il Mercato delle Erbe nella sua funzione più vera: ovvero quello di incontro tra domanda e offerta, tra impresa e consumatore, così come vuole l’indirizzo dato dall’Amministrazione: ovvero, valorizzare la filiera corta e al contempo rivitalizzare un luogo storico della città, con beneficio di tutto il commercio della zona”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2012 alle 14:32 sul giornale del 12 luglio 2012 - 736 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, parmigiano terremotato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Bts





logoEV
logoEV