contatore accessi free

Psi cittadino: la metà dei mebri prende le distanze, 'Politica: Ancona ha bisogno di una svolta'

partito socialista italiano 2' di lettura Ancona 11/07/2012 - A seguito della seduta odierna, i sottoscritti membri del Direttivo Comunale di Ancona del PSI, in rappresentanza anche di numerosi iscritti, intendono prendere nettamente le distanze dalla linea politica dettata dal Partito nel merito delle vicende anconetane.

Politica che prevede l’ossequiosa permanenza nella compagine a sostegno del Sindaco Gramillano a fronte di un bilancio preventivo per il 2012 che ha avuto il parere negativo dei Revisori, e di una maggioranza che nel momento decisivo si è mostrata debole e disaggregata ed anzi commissariata dai Segretari regionali dei Partiti. Non riteniamo accettabile continuare nella squallida recita di uno spettacolo già visto solo pochi mesi orsono,e che già all’epoca avevamo denunciato chiedendo la fine di questa esperienza ed elezioni anticipate.

Come avevamo previsto ora ci ritroviamo una Città sfiancata ed immobile e nella medesima, se non peggiore, situazione politica che è servita solo a far arrivare alle poltrone di Giunta nuove facce con poche e confuse idee. Alla nostra richiesta di dare un esplicito voto negativo al Bilancio preventivo 2012 che dia un segnale di maggiore trasparenza e valore politico,dispiace che il Segretario Comunale Antonio Gitto di comune accordo con il nostro capogruppo in Comune Matteo Vichi preferiscano il non partecipare al voto dello stesso perché ben consapevoli che un voto positivo ad un siffatto documento amministrativo inficiato da una valutazione negativa dei Revisori avrebbe sicuramente implicato l’apertura di un’inchiesta da parte della Corte dei Conti, ma che d’altra parte si dimostra solo un penoso escamotage per nascondere la mancanza di coraggio e di coscienza politica.

Come dispiace vedere che il nostro Assessore Marina Maurizi si rifiuti di accettare la triste ed evidente realtà dei fatti prendendone le dovute conseguenze, facendosi doverosamente e degnamente da parte a fronte di una Amministrazione senza più la capacità politica di lavorare per il bene comune. Inoltre in merito al dibattito sulla nostra presenza nelle Aziende partecipate dal Comune ribadiamo che gli incarichi in codeste società non ci hanno mai interessato e non le abbiamo mai richieste in alcuna sede.

La Città ora più che mai ha bisogno di una svolta,con coraggio e trasparenza, per realizzare il bene della comunità evitando i tristi giochini di una politica ormai logora e finita. Pertanto viste le nostre ragioni sopraesposte ci dissociamo nella maniera più assoluta dalla linea di Partito, responsabilmente consapevoli di tutte le relative conseguenze.

I firmatari, membri del direttivo del PSI di Ancona,(più della metà dell’organismo stesso).

Lidio Rocchi

Fabio Regina

Sauro Carnevali

Massimo Rocchi

Matteo Federici

Sauro Bordicchia

Fabrizio Finaurini

Luciano Matteucci


da Partito Socialista Italiano di Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2012 alle 15:28 sul giornale del 12 luglio 2012 - 1208 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, Partito Socialista Italiano di Ancona, partito socialista italiano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BtM





logoEV
logoEV