contatore accessi free

Confindustria: Casali al Comune di Ancona 'Si pensa ancora ad aumentare l'IMU'

giuseppe casali 2' di lettura Ancona 12/07/2012 - Sono passati tre mesi da quando il presidente di Confindustria Ancona Giuseppe Casali era pesantemente intervenuto sull’ipotesi di un aumento dell’Imu da parte del Comune di Ancona.

“Siamo davvero stanchi – diceva allora Casali - nonostante tutte le nostre sollecitazioni alle amministrazioni comunali ad agire con responsabilità e adoperare ogni strategia possibile per non fare aumentare i costi alle imprese e ai cittadini, di apprendere che il Comune di Ancona ha intenzione di aumentare l'aliquota dell’IMU per i siti industriali, oltre che per le seconde case”.

L’assessore Biekar aveva allora risposto a mezzo stampa che “non c’era alcuna certezza di aumentare l’Imu, che nessuna decisione era stata presa e che le forze politiche sarebbero state sensibili alle esigenze delle imprese”. “Siamo qui, oggi –afferma Casali - a leggere sulla stampa di un bilancio comunale dove i conti non tornano, un bilancio che per essere ripianato richiederà “sacrifici”.

E da dove potrebbero arrivare questi soldi se non dall’aumento delle entrate, ovvero principalmente dell’IMU per i siti industriali? Non ci interessano le dichiarazioni di principio da parte dei politici, non ci interessa leggere che si farà di tutto per non aumentare la tassazione. E’ alto il rischio che i fatti ci possano dare, purtroppo, ragione”.

“Siamo davvero stanchi di continuare a dire le stesse cose – aggiunge il presidente degli industriali. - Pesare ancora una volta sui bilanci delle aziende sarebbe un atteggiamento miope, che penalizzerebbe non solo le stesse aziende, ma tutto il territorio su cui le aziende operano e producono reddito.

Siamo stanchi di dover ricordare all’amministrazione comunale che aumentare le tasse è il modo più semplice e il più immediato per “fare cassa”, ma è spesso un alibi per non impegnarsi invece nel perseguire quell’efficienza organizzativa che consentirebbe un risparmio di risorse preziose.

Il tutto però senza gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini e delle imprese, già provati da questa lunghissima crisi. Si pensi quindi di più alle razionalizzazione delle spese e non alla sola copertura delle stesse con più tasse … è troppo facile”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2012 alle 17:18 sul giornale del 13 luglio 2012 - 740 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, confindustria, Confindustria Ancona, Giuseppe Casali, imu, casali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BxN





logoEV
logoEV