contatore accessi free

'Revoca del presidente del Consiglio comunale': Letizia Perticaroli la spunta per una scheda bianca ed un voto

Letizia Perticaroli 3' di lettura Ancona 16/07/2012 - Revoca del presidente del Consiglio comunale, Letizia Perticaroli, attuale presidente in carica la spunta per una scheda bianca ed un voto. 16 'si' e 17 'no'.

Su proposta del Consigliere pidiellino Stefano Benvenuti Gostoli in merito alla revoca dell'attuale presidente del Consiglio, Letizia Perticaroli, il consiglio comunale si esprime con voto segreto, come da regolamento.

Fiato sospeso in aula sia per quelli che avrebbero voluto vedere il presidente del Consiglio revocato, sia per la controparte in questione. Ma dopo il voto in aula, presieduto da scrutatori della maggioranza e della minoranza, tra questi ultimi il presidente del Consiglio chiama lo stesso Benvenuti Gostoli a ricoprire quel ruolo.

Ma Letizia perticaroli, nonostante diverse polemiche in aula, la spunta con una scheda bianca ed un voto in più. Su 34 presenti, infatti, e 34 votanti: 33 le schede valide. Difatti, mentre una é in bianco e quindi nulla, la Perticaroli rimane in carica per un unico voto in più: 16 'SI' e favorevoli, dunque, alla sua rimozione e 17 'NO'. E con soddisfazione che la presidente del Consiglio, Letizia Perticaroli, dichiara: "La risposta é respinta".

Si chiude così la parentesi che avrebbe portato altro scompiglio al Consiglio comunale. Si astiene dal voto l'Idv. Ad affermarlo il Capogruppo Idv, Daniele Tagliacozzo, che precisa in aula: "Riconosciamo come unico presidente del Consiglio, Andrea Filippini."

E solo dopo la mancata revoca a presidente del Consiglio, Letizia Perticaroli, che passa momentaneamente il suo ruolo a Ciccioli, in qualità di più anziano consigliere, che il sindaco Gramillano torna a parlare delle recenti dimissioni del Vice sindaco Della Bella ed adducendo a motivazioni personali delle dimissioni: "Sabato mattina, dopo che la giunta ha approvato 3 emendamenti con parere favorevole, si é dimesso l'ass. Stefano Della Bella. Personali le motivazioni delle dimissioni. Dimissioni che mi hanno lasciato perplesso. E per correttezza nei confronti della città e dei consiglieri sottolineo che le motivazioni personali non sono state specificate."

Mentre il Capogruppo Udc Marco Gnocchini replica: "Le dimissioni di Della Bella al di là delle motivazioni personali, vi é una motivazione politica. Noi dell'Udc abbiamo voluto partecipare alle governo pur nelle difficoltà di amministrazione. Ma l'unica vera motivazione che a portato alle dimissioni é la non approvazione della volontà di coprire i debiti a bilancio con l'aumento dell'Imu. Vogliamo che sia fatta chiarezza ed accertate le responsabilità. Non mi riferisco di certo al sindaco Gramillano che ha ereditato questa situazione. Infine invito gli altri soci a fare la loro parte nella questione dello Stabile."

E mentre viene approvata la proposta di Duca per scongiurare che i fondi statali destinati al porto di Ancona, circa 40 milioni di euro, vengano destinati ad altri porti italiani, in particolare Savona e Venezia, la vera battaglia si sposta a venerdì sul voto al 'fatidico' bilancio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2012 alle 18:02 sul giornale del 17 luglio 2012 - 3142 letture

In questo articolo si parla di cultura, politica, api, ancona, letizia perticaroli, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BGL





logoEV
logoEV
logoEV