contatore accessi free

On. Favia (IdV): 'Tutti i partiti ci aiutino a salvare i fondi per il porto di Ancona'

David Favia 2' di lettura Ancona 18/07/2012 - "Stasera è molto probabile che venga votato in commissione l'emendamento IDV a difesa dei fondi stanziati per il porto di Ancona che il Governo sta cercando di scipparci con l'art. 15 del decreto legge sulla "crescita".

IdV è l'unico partito che ha confermato l'emendamento a tutela di Ancona. Chiedo a tutti i partiti, ma soprattutto al Pd e all'Udc, di aiutarci a salvare i fondi per il porto di Ancona. Io ci sarò." questo l'appello dell'On. Favia a poche ore dal voto. Nessuno tocchi i fondi stanziati per lo sviluppo del porto dorico. Questa è la premessa con cui l’on. David Favia ha sottoscritto l’emendamento per scongiurare il dirottamento altrove delle risorse assegnate al nostro porto.

“Con l’emendamento - chiarisce Favia - chiediamo di sopprimere l’articolo 15 del decreto-legge”. Ovvero la parte in cui si prevede l’esclusione dalle risorse, già stanziate alle Autorità portuali per interventi infrastrutturali, in assenza di avvio delle procedure di gara di assegnazione alla data dell’emanazione del decreto legge e lo spostamento ad altri progetti infrastrutturali nello stesso settore che operino in siti di bonifica di interesse nazionale.

Il capoluogo dorico è coinvolto in questa misura: infatti vedrebbe volatilizzarsi i 40 milioni già stanziati da anni per l’Autorità portuale di Ancona e destinati alla realizzazione delle opere infrastrutturali del porto internazionale di Ancona, di cui 7 milioni per l’escavo dei fondali. “Gli effetti sarebbero fortemente negativi poiché lo sviluppo del porto verrebbe di fatto bloccato e ciò accadrebbe proprio in una momento di crisi e di perdita costante dei posti di lavoro nelle imprese”.

Inoltre guardando al futuro, “Ancona , così facendo, verrebbe tagliata fuori da ogni corridoio del mare tra il nord dell’Europa ed il sud del Mediterraneo. Arrivando di fatto all’isolamento dopo anni di fatica per conquistarci un posto tra i grandi porti commerciali”.

L’emendamento vuole quindi contrastare il trasferimento dei fondi a Savona, Genova e Venezia per la realizzazione di infrastrutture portuali, supplendo in tal modo alle difficoltà riscontrate nell’attuazione dei project financing. IDV continuerà a dare battaglia nonostante le forti perplessità sui ritardi nella procedura progettuale.


da David Favia
coordinatore regionale IdV




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2012 alle 18:16 sul giornale del 19 luglio 2012 - 741 letture

In questo articolo si parla di porto, attualità, politica, italia dei valori, ancona, david favia, idv, On. Favia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BMV





logoEV
logoEV
logoEV