contatore accessi free

Consiglio comunale: passa la manovra sull'aumento Imu, ma il voto sul bilancio slitta a lunedì

fiorello gramillano e letizia perticaroli 4' di lettura Ancona 20/07/2012 - Il voto al bilancio slitta per l'ennessima volta: lunedì si conoscerà la sorte della giunta Gramillano. Ma intanto, venerdì 20 luglio ore 17.40, passa in aula la manovra tanto discussa sull'Imu. Aumenta così la stangata della tassa sugli immobili anche sulle prime abitazioni.

Spuntano alcune irregolarità su una delibera di Giunta approvata martedì che va a modificare la delibera del bilancio. Per un Odg aggiuntivo sembrerebbe che non ci sono i tempi tecnici. Non sarebbe passato, dunque, il tempo necessario per far si che questo documento possa essere presentato in aula e preso in considerazione dai Consiglieri. Quindi un legittimo impedimento. Ma a tamponare potrebbe arrivare un precedente emendamento del Sindaco presentato sabato.

Intanto passa in aula con immediata eseguibilita' la proposta sullo studio e la ricerca con 18 favorevoli e 13 contrari. E si va avanti con la questione dell'aumento Imu sulla prima casa che l'opposizione (a partire dal Pdl) e non solo non sembrano apprezzare. Si va dal Capogruppo di Sinistra per Ancona Eugenio Duca al grillino Andrea Quattrini. Zinni (Pdl) a riguardo ha affermato : "L'emendamento sull'Imu viene fatto esclusivamente per coprire esclusivamente le magagne dello stabile! La corte dei conti vi ha colto con le mani nella marmellata."

Dunque il dibattito-scontro é aperto sull'aumento Imu prima casa al 4,8. E poi il fatidico voto al bilancio, che stando ai risultati della mattina potrebbe slittare a lunedì. Mentre l'ass. Marina Maurizi afferma: "Se non ci saranno le condizioni pronta a dimettermi." Mentre sempre dal Psi Matteo Vichi annuncia ufficialmente che si asterrà dal votare la manovra ed il Psi passa all'opposizione. "Il partito socialista -- ha detto Vichi - non vuole aggravare la situazione che pesa già, causa crisi, sulle famiglie." E i numeri della maggioranza, con il voto incerto anche dell'Udc e dell'Idv alla manovra Imu, si fanno risicati.

Duca chiama poi il collegio dei revisori ad esprimersi se gli emendamenti nella nuova formulazione risolvano le gravi irregolarità pronunciate dalla corte dei Conti. Mentre Berardinelli chiede una valutazione sulla delibera 818, da parte dei revisori, ovvero sulla questione Imu ed in particolare alla proposta di Gnocchini (Udc). A riguardo i revisori dei Conti si esprimo, come precedentemente espresso, negativamente per quanto concerne la domanda di Duca. A fare il portavoce del collegio dei Revisori il Dott. Raccosta: "Possiamo esprimere un parere sull'impatto che avrà sul bilancio, rimasto apparenetente a 30 giorni fà. A fronte di un incremento di entrate, in particolare dovuta all'aumento dell'Imu al 4,8, a nostro parere non é attendibile."

"Per quanto concerne la copertura dello Stabile - ha continuato Raccosta - la Corte dei Conti chiede al Comune l'ammontare dei debiti. Ad oggi nessuno dei presenti può dire. Temiamo che l'accantonamento del Comune non sia sufficiente."

Gnocchini propone un emendamento che andrebbe a coprire i debiti dello Stabile non tanto con l'aumento dell'Imu prima casa che all'Udc proprio non va giù, ma con la vedita delle partecipate. Su questa ultima proposta Raccosta da un parere tecnico: "é proibito per legge finanziare la spesa corrente con quella capitale. Non siamo, dunque, favorevoli."

E nel pomeriggio, dopo l'approvazione di una serie di emendamenti da parte dei Consiglieri Mengani, Duca, Quattrini e Rossi (Pd) che passa anche in aula alle ore 17.40 la manovra tanto discussa dell'Imu. Aumenterebbe così l'aliquota anche sulle prime abitazioni che passa dal 4,0 al 4,8. Passa anche se non con larga maggioranza e l'Idv a fianco del Psi é tra quelli che si astengono dal voto. E la manovra passa pur senza l'immediata eseguibilità: mancano all'appello i 21 voti della maggioranza per quest'ultima. La manovra, in concreto, entrerà in vigore tra 15 giorni.

Ore 19: il bilancio slitta e il Consiglio comunale si chiude e si aggiorna a lunedì mattina alle 9.30 a palazzo degli Anziani. Ma questa volta chissà se la Giunta Gramillano resisterà ancora al tanto atteso e troppo posticipato voto sul bilancio.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2012 alle 10:18 sul giornale del 21 luglio 2012 - 1812 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, fiorello gramillano, letizia perticaroli, consiglio comunale ancona, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BRi





logoEV
logoEV