contatore accessi free

On. Favia (IdV): 'Scippati dal Governo i 40 milioni per il porto di Ancona'

David Favia 1' di lettura Ancona 20/07/2012 - Alla fine lo scippo c’è stato. L’IDV è stata lasciata sola. Il nostro appello è caduto nel vuoto. Così come quelli del Governatore Spacca, del Sindaco e del PD locale che ieri si era movimentato ma che non ha trovato ascolto a Roma.

L’emendamento IDV “salva-porto di Ancona” è stato respinto da tutti i partiti all’interno dei quali il peso delle altre regioni interessate allo scippo è stato prevalente.

E’ stato approvato un emendamento che toglie i soldi ad Ancona e li mette in un “calderone” che finanzierà vari progetti tra i quali, potenzialmente, anche quello di Ancona: ma è altissimo il rischio che i soldi siano finiti quando li andremo a chiedere.

Tuttavia, poichè parte del “vecchio” stanziamento è nelle casse dell’Autorità Portuale in quanto finalizzato ad altri lavori costati meno del previsto, è possibile che il Ministero possa autorizzare l’Autorità Portuale a utilizzarli comunque: sarebbe una riduzione del danno e della beffa. IDV presenterà un ordine del giorno al decreto “crescita” (sul quale sarà posta la fiducia) che impegni il Governo in tal senso.


da David Favia
coordinatore regionale IdV




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2012 alle 19:36 sul giornale del 21 luglio 2012 - 712 letture

In questo articolo si parla di porto, politica, italia dei valori, ancona, david favia, idv, On. Favia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/BTI





logoEV
logoEV
logoEV