contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Incendio dell'auto del carabiniere: forse la vendetta di un malvivente

1' di lettura
940

Controlli dei Carabinieri
L'auto privata in fiamme di un carabiniere ha portato all'ipotesi di una bravata di una baby gang. Ma potrebbe essere un blitz della criminalità.

All'inizio della scorsa settimana, nella notte, si era verificato l'incendio di una BMW di proprietà di un carabiniere, parcheggiata davanti alla Stazione di Brecce Bianche di Ancona.

In un primo momento l'accaduto era stato collegato all'azione di un gruppo di quindicenni che aveva fatto una bravata: nello stesso arco di tempo, infatti, erano state incendiate anche transenne e cassonetti.

Ma il colpevole potrebbe non essere un gruppo di baby gang: si sta ipotizzando infatti, che dietro questa vicenda, ci sia la mano di un criminale che ha voluto vendicarsi.

La zona di Brecce Bianche è purtroppo rinomata per casi di malavita, traffico di droga e furti. In corso le indagini per scoprire il colpevole.



Controlli dei Carabinieri

Questo è un articolo pubblicato il 03-09-2012 alle 19:16 sul giornale del 04 settembre 2012 - 940 letture