contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Regata del Conero: l'Ass. 'Adisco' promuove la donazione del Cordone Ombelicale

2' di lettura
1162

barca a vela
La prossima domenica, 9 settembre, l’Associazione Regionale 'Adisco' parteciperà all’attesa competizione velica offrendo il consueto 'Trofeo Adisco' per l’equipaggio meglio classificato a maggioranza femminile.

L’anno scorso il Trofeo era stato vinto dall’imbarcazione “Malafemmena” di Enrico Gara con 5 donne a bordo. Inoltre, l’imbarcazione JAMBO di Carlo Galeazzi e il suo intero equipaggio veleggeranno con i colori gialli di ADISCO, in segno di solidarietà.

Durante la manifestazione Adisco sarà presente con un banchetto informativo a Marina Dorica. L’Associazione regionale A.D.I.S.C.O. Marche onlus, si è costituita nel 2005 per promuovere la cultura della donazione del cordone ombelicale e sostenere la ricerca sulle cellule staminali; l’associazione è nata a livello nazionale nel 1995.

Su iniziativa dell’Associazione e grazie al progetto della Regione Marche ed il Dipartimento di Medicina Trasfusionale nella Regione Marche, oggi sono attivi 11 Centri di Raccolta accreditati dove le mamme possono rivolgersi per la donazione che è gratuita, volontaria ed indolore.

Ogni anno sono migliaia i cordoni che, purtroppo per disinformazione o disorganizzazione, vengono smaltiti, anziché essere donati alla collettività ed essere bancati in una delle Banche italiane del sangue cordonale; mentre le cellule staminali contenute nel loro sangue per molti pazienti si rivelerebbero vere e proprie salvavita!

Alcune persone scelgono invece di inviarli in una delle banche private estere dove vengono conservati a pagamento per eventuali future necessità del neonato o della famiglia; ma tale pratica, oltre a presentare costi alti e inutili, presenta perplessità essendo spesso priva di fondamenti scientifici (come ribadito, tra l’altro, dalla nota congiunta del Centro Nazionale Sangue e del Centro Nazionale Trapianti del 13 settembre 2010).

Dobbiamo, quindi, continuare ad informare le mamme dei rischi dovuti all’errata informazione divulgata dalle Banche private estere e sottolineare come l’uso più appropriato delle cellule staminali cordonali resta la donazione solidaristica, con la quale i campioni vengono conservati presso le 18 banche pubbliche dove sono garantiti i massimi standard di qualità, sicurezza e tracciabilità.

Di seguito riportiamo alcuni dati della nostra Regione Marche: anno 2011: su 11 Centri di raccolta attivi 1.434 colloqui per idoneità, 538 raccolte, 48 unità bancate. Il dato è molto deludente se si pensa al numero di parti annuo e anche al consistente numero di unità bancate all’estero privatamente.

Anno 2011 (operativi 11 centri di raccolta): colloqui per idoneità n. 1434, unità raccolte n. 538, solidaristiche n. 525, dedicate n. 13 (donazioni riservate a familiari malati), unità bancate n. 48, solidaristiche bancate n. 35, dedicate n. 13, n. parti 11.200.

L’Associazione A.D.I.S.C.O. raccomanda a tutte le mamme di curare la propria informazione sulla donazione e di fare una scelta giusta e responsabile. Per qualsiasi informazione www.adisco.it



barca a vela

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-09-2012 alle 09:20 sul giornale del 07 settembre 2012 - 1162 letture