contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ballanti: lavori in piazza Ugo Bassi, 'I filobus torneranno a circolare in occasione della Settimana Europea della Mobilità'

3' di lettura
3199

Piazza Ugo Bassi ad Ancona
Ringrazio l'assessore Giaccaglia, e le persone che ho sollecitato questi mesi, per aver accolto la mia pressante richiesta di ripristinare il servizio filoviario in occasione della Mobiliy Week che inizierà domenica prossima.

E’ stato quindi accolto uno dei punti, il primo della lista che è stata consegnata all’Assessore Ferretti il 1 agosto in previsione della Settimana Europea della Mobilità: le richieste complete erano: ripristino del servizio filoviario previo lavori di ripristino della corsia bus di piazza U. Bassi, l’installazione di colonnine di ricarica per auto e scooter elettrici, l’istituzione di corsie preferenziali per bus in via Martiri della Resistenza, ripristino delle biciclette elettriche nei parcheggi coperti, sensibilizzazione della popolazione per il car-sharing e car-pooling e di una mobilità più responsabile e in generale più attenzione al trasporto pubblico (tutte tematiche di forte interesse della Mobility Week), la cui realizzazione (vera non a parole) distingue le città virtuose da quelle più o meno indifferenti. Altro punto per cui mi batto è la forte richiesta di tutela del trasporto pubblico quale servizio ai cittadini; al tal scopo ho incontrato la nuova Presidente di Conerobus avv. Valeria Mancinelli.

Da mesi il trasporto pubblico ha subito molti tagli, da me e i cittadini giudicati indiscriminati per la modalità con cui sono stati attuati, cioè senza eliminare gli sprechi veri. Alla Presidente Mancinelli è stata consegnata una lista delle priorità sintetizzata in questi punti: ripristino urgente e permanente del servizio filoviario in occasione della Mobility Week del 16 settembre riordino complessivo dei collegamenti serali da dove emergono risorse preziose ripristino della corsa di mezzanotte della linea 1/4 ripristino della corsa serale feriale di mezzanotte Ancona-Falconara ripristino delle corse festive extraurbane recentemente soppresse tra le 21 e le 23 e quella della 5.00 (i dipendenti ospedalieri lasciati appiedati esprimono molte lamentele in merito e minacciano di non rinnovare più l’abbonamento annuale, il calo attuale è di circa il 10% e sarà maggiore in sede di prossime scadenze) intensificazione della lotta all'evasione dei titoli di viaggio per recuperare preziose risorse economiche invito a ripensare l'intero impianto dei trasporti per rispondere alle minori risorse con un servizio che concili la sicurezza dei conti dell’azienda con un servizio che deve rimanere un servizio pubblico, dove il cittadino-utente è al centro e non al margine del “prodotto” erogato.

A tal scopo è stato studiato un nuovo impianto di trasporto pubblico per la città, più moderno e rispondente alle difficoltà ed esigenze del momento storico, che sarà presentato a breve alla città. C’è da segnalare che purtroppo, proprio in prossimità della Europen Mobility Week (16/22 settembre), dove le città italiane ed europee gareggiano in iniziative permanenti di promozione del trasporto pubblico, sabato prossimo Ancona metterà in atto un altro brutto capitolo, il sesto dall'inizio dell'anno, di tagli al trasporto pubblico: tutti i sabato pomeriggio le corse per Brecce Bianche, Pietralacroce, via Santa margherita e via Isonzo verranno tagliate del 50%! Non si ferma quindi la continua demolizione del trasporto pubblico nonostante il forte interessamento e continue sollecitazioni, su richiesta dei cittadini interessati, indicando un'altra direzione da dare ai tagli per limitarne gli effetti negativi sulla cittadinanza. Solo riorganizzando il servizio nel complesso eliminando ogni sovrapposizione inutile, cioè quegli sprechi lasciati intatti, si possono conciliare tagli kilometrici con buon servizio. E' incredibile che Ancona partecipi a progetti europei, come l'ATTAC, che prevedono la promozione (vera) del trasporto pubblico se poi nei fatti si avvallino ed autorizzino le riduzioni costanti del servizio, lasciando ai cittadini un servizio scadente e di bassa qualità, cioè il contrario di quello che andrebbe fatto.



Piazza Ugo Bassi ad Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2012 alle 16:55 sul giornale del 13 settembre 2012 - 3199 letture