contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Torna ad Ancona in grande stile La Festa del Nonno

2' di lettura
1081

nonno
Un evento multigenerazionale per rendere tangibile l’input internazionale dell’Anno Europeo della Longevità attiva e della Solidarietà fra le generazioni.

Torna ad Ancona in grande stile La Festa del Nonno, occasione celebrativa, conviviale e momento conclusivo del concorso “Vota il nonno migliore”, una sfida non da poco per grandi e piccoli. L’evento è organizzato da Inrca, Comune di Ancona Assessorato alle Partecipazioni Democratiche, Italia Longeva, Associazione Amici dell’Inrca e Scuola Materna Acquario di Pietralacroce, con la collaborazione di Banca Popolare di Ancona, Giampaoli Industria dolciaria, Giovane Ancona Calcio e Agenzia di comunicazione Pixel.

L’appuntamento è per il 4 ottobre, dalle ore 16, Aula Consiliare del Comune di Ancona, dove i bambini presenteranno disegni e lavori nonché le lettere ai nonni che avranno partecipato al concorso “Vota il nonno migliore”. I bambini possono inviare lettere a Claudio Acacia, Archivio-Centro Stampa, via della Montagnola 81, 60100 Ancona. Una storia affascinante quella della Festa dei nonni, ci spiega Enrico Paciaroni, emerito geriatra cofondatore dell’Inrca, “Istituita con legge dello stato al pari della festa della mamma, del papà, ecc. perché si ritengono i nonni delle figure importanti per i nipoti sia sul piano sociale che educativo, affettivo ed anche economico, specie in un periodo di recessione economica”.

Il 2012 inoltre è stato dichiarato l’Anno Europeo della Longevità attiva e Solidarietà fra generazioni. “Nella Chiesa di S. Domenico di Fano – continua Paciaroni – è conservato un famoso quadro del celebre pittore Guercino che raffigura il nonno come l’angelo custode che tiene per mano il nipotino e lo guida nella vita, proteggendolo dai pericoli. In realtà i nonni sono sempre vicini ai nipoti, specialmente in un’epoca in cui i genitori sono sempre impegnati nel lavoro o, se disoccupati, sono i nonni a provvedere alle necessità della famiglia. Contemporaneamente sono ricambiati dall’affetto dei nipoti e dalla consapevolezza della loro vita che continua grazie all’ereditarietà trasmessa attraverso i cromosomi e i buoni valori di famiglia. I nipoti, inoltre, consentono ai nonni di riscoprire la realtà di tutti i giorni con l’innocenza dell’infanzia. E questa può essere considerata una delle tante prove di una vera grande solidarietà tra le generazioni”.



nonno

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2012 alle 12:11 sul giornale del 21 settembre 2012 - 1081 letture