contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Duca: 'La maratona del Consiglio comunale non é neanche partita, manca in aula il numero legale'

1' di lettura
655

Eugenio Duca

"La maratona richiesta dal Sindaco per mettere le mani nelle tasche dei cittadini con l'IMU al 6 per mille e per compiere il crimine contro il Teatro delle Muse, da sopprimere a 10 anni dalla rinascita, non è neanche partita." Commenta così la vicenda il Capogruppo di Sinistra per Ancona, Eugenio Duca.

Per l'ennesima volta PD, Favisti e UdC, hanno fatto mancare il numero legale, questa volta sul Consiglio comunale ad oltranza richiesto dal Sindaco. Ancora una volta è prevalsa la logica del ricatto: senza la nomina del Vice Sindaco e l'attribuzione di assessorati, Enti e Partecipate ai Favisti, all'UdC e a qualche corrente PD (ora ci sono pure i renziani da saziare), il Consiglio non può deliberare e non interessa neanche agli Assessori, presenti in tre.

L'ostruzionismo dei Favisti e del PD hanno così vanificato la disponibilità tesa ad assecondare le misure restrittive attuate dalla Presidente del Consiglio, accettate all'unanimità dalla Conferenza dei Presidenti dei gruppi consiliari.

Mi permetto di richiedere al Sindaco e al PD una risposta politica ad un problema politico: ritirare la delibera sulla cessazione del Teatro delle Muse; raccogliere le 21 firme necessarie a mettere fine ad una farsa intollerabile; la revoca degli assessori Biekar e Nobili. Infine, molto sommessamente, mi pare che al partito Favista farebbe bene un pò di dimagrimento: dimezzare gli assessori, togliere le Presidenze (a partire da Prometeo) e i posti nei C.d.A. (a partire dalla Fondazione TSM che ha dissanguato le casse comunali), sarebbe, non solo necessario, ma doveroso, non per noi ma per i cittadini di Ancona.



Eugenio Duca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2012 alle 16:41 sul giornale del 09 ottobre 2012 - 655 letture