contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Corteo ad Ancona: Scuola, Basta tagli. Perchè 'La scuola non é un bancomat!'

1' di lettura
1104

sciopero

Sfila il Corteo di protesta anche ad Ancona per l'attuale situazione della scuola a livello nazionale e il grido di studenti, insegnati e non solo é: 'La scuola non é un bancomat!'. Mentre al Ministro Profumo: "L'unico inadeguato sei tu".

Traffico in tilt per le vie del centro di Ancona. Lo sciopero indetto dalla Cgil a cui ha aderito anche la Rete degli Studenti Medi si snoda nella città dorica.

Uno sciopero per dire basta ai tagli del Governo alla scuola pubblica che studenti, insegnati e non solo vivono costantemente anche ad Ancona, come in tutto il paese, sulla priopria pelle.

A scendere in piazza a sfilare circa 500 persone tra insegnati e studenti. Un corteo che ha bloccato anche la Galleria del Risorgimento: uno stop alla circolazione che ha mandato in tilt il traffico. Il corteo ha poi proseguito verso la Regione Marche al grido di striscioni: "La scuola non e' un bancomat'. Un no secco ai tagli alla scuola pubblica che in questo meomento sta vivendo una situazione drammatica ed in particolare un appello al Minsitro Profumo che ormai risulta stando al Corteo: "l'unico inadeguato".

Il passaggio da un ministro all'altro non ha portato risultati concreti neanche in Ancona stando ad un'altro striscione: "Gelmini o Profumo: niente arrosto, solo fumo!."



sciopero

Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2012 alle 12:50 sul giornale del 13 ottobre 2012 - 1104 letture