contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fondazione Paladini: 'Catia e Mauro Uliassi stellati anche nella solidarietà!'

4' di lettura
1158

uliassi

I noti ristoratori senigalliesi pluripremiati nell’ambito dell’alta cucina, ancora una volta ottengono un successo inaspettato, conquistato non tra i fornelli, ma per il loro impegno nella solidarietà. Mercoledì 17 ottobre ad Amsterdam hanno partecipato alla finale del “Global Award of Fundraising” nella categoria “Volontari eccezionali”, rappresentando il loro impegno per la Fondazione Paladini e la sua attività nei confronti delle persone con malattie neuromuscolari.

Mauro e Catia non hanno assolutamente cercato questo riconoscimento, ma sono stati candidati inconsapevolmente dalla Fondazione Paladini per premiare il loro assiduo e tenace impegno svolto sempre dietro le quinte. Una soddisfazione inaspettata che li ha nominati volontari n. 1 in Italia e confermati a livello internazionale tra i primi tre al mondo. La giuria internazionale ha inserito Catia e Mauro tra i tre finalisti perchè “hanno saputo mettere a frutto il proprio talento per valorizzare e far conoscere la Fondazione Paladini. Una vera dimostrazione del coinvolgimento rispetto alla buona causa”. Sarebbe difficile riassumere il loro impegno dimostrato negli anni, lasciamo quindi parlare l’incontro delle loro storie con quella della Fondazione: Chef lui e Maître di sala lei, Mauro e Catia Uliassi dedicano buona parte della loro vita alla ristorazione ed all’arte della cucina. Mauro Uliassi è tra i migliori 10 chef a livello internazionale: chef dell’anno 2009, due stelle Michelin e tre forchette Gambero Rosso. Curioso della vita e della storia di ciascuna persona, il suo legame con la Fondazione Dr. Dante Paladini onlus nasce dall’approfondimento della conoscenza di quel ragazzo in carrozzina, il presidente, che partecipa ad una sua degustazione. Le chiacchiere, i racconti e le attività scorrono l’una dietro l’altra, aprendo a Mauro un mondo a lui in parte conosciuto per motivi familiari, ma completamente da scoprire in tutte le sue sfaccettature. E da qui nasce l’avventura e l’amicizia tra Mauro e Catia con la Fondazione Paladini. Lo start up vede Mauro impegnarsi nell’anno 2009 all’organizzazione della prima cena di gala “Il gusto della solidarietà” alla Rotonda di Senigallia, coinvolgendo un altro grande chef di Senigallia, Moreno Cedroni (entrambi nominati dall’amministrazione comunale: Ambasciatori della Rotonda a Mare di Senigallia). Mentre Mauro si occupa degli aspetti culinari, Catia si impegna nell’organizzazione logistica e nell’allestimento della sala. Entrambi iniziano a contagiare con il proprio entusiasmo una rete sempre più ampia di persone, istituzioni e fornitori, tanto da far rispondere tutti positivamente alla richiesta di collaborazione, realizzando una serata di gala a costi contenuti. La serata “Il gusto della solidarietà”, giunta alla terza edizione, è ormai un appuntamento fisso ed una fonte di risorse importanti, per sostenere le attività della Fondazione Paladini. Anche Catia possiede una vena creativa, che nel tempo libero esprime attraverso la pittura, tanto da realizzare i menù da collezione, che molti clienti richiedono come “ricordo” delle emozioni vissute mangiando in quel locale. Bene! Catia consegna questi menù in cambio di una donazione per la Fondazione Paladini. Fondazione Dr. Dante Paladini ONLUS c/o Ufficio Affari Generali A.O. Ospedali Riuniti di Ancona via Conca, 71 60126 Torrette di Ancona (AN) Tel. 0715965280 Fax 0715965201 C.F. 93116810420 www.fondazionepaladini.it info@fondazionepaladini.it Ma nell’estate 2011 si è spinta oltre: ha realizzato diverse tele esposte alla Rotonda di Senigallia nei mesi estivi, con la possibilità di essere acquistate attraverso una donazione alla Fondazione Paladini e, con gli stessi soggetti delle tele, sono state create le T-shirt Colors, divenute un cult dell’estate senigalliese e distribuite – ovviamente in cambio di una donazione alla Fondazione – presso il loro ristorante e alla Rotonda. Mauro e Catia attraverso la loro energia e passione, si fanno costantemente promotori della “buona causa” della Fondazione con i loro interlocutori quotidiani. Un altro aspetto rilevante del forte legame tra la Fondazione, Mauro e Catia è l’amicizia nata con Luca Bernardi, giovane distrofico costretto in casa da anni e amante della buona cucina. “Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto” e così l’impossibilità di Luca ad uscire di casa ha portato Mauro a cucinare in casa sua ed a portare con se il suo personale ed alcuni amici speciali. Inoltre per avvicinare Luca alla sua passione, e in senso più ampio per stimolare persone competenti alla risposta dei bisogni d’indipendenza delle persone con malattie neuromuscolari, ha coinvolto il Gruppo Loccioni per attivare un sistema di videoconferenza, che portasse la casa di Luca nella cucina del ristorante e viceversa. Quotidianamente Luca incontra Mauro, Catia e tutti i ragazzi del personale, vivendo minuto per minuto quanto succede nella cucina del ristorante. Ed è così che anche il personale del ristorante è diventato protagonista di questa alleanza, arrivando in maniera spontanea a destinare una donazione alla Fondazione ogni anno. Le figure di Mauro e Catia Uliassi hanno un impatto mediatico molto forte nel nostro territorio regionale e per questo hanno permesso di dare rilievo e conoscenza alla Fondazione Paladini, una realtà molto giovane che si occupa di patologie rare.



uliassi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2012 alle 18:43 sul giornale del 20 ottobre 2012 - 1158 letture