contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Monumento ai Caduti compie 80 anni: conferenza e mostra di foto d’epoca

1' di lettura
3761

Monumento ai Caduti

Il Monumento ai Caduti compie 80 anni e l’Amministrazione comunale sottolinea questo speciale compleanno di uno dei simboli architettonici della città con una conferenza del prof. Antonio Luccarini e una piccola mostra di foto d’epoca tratte dal Fondo Corsini.

La conferenza si terrà sabato 3 novembre alle ore 11 nella ex sala del Consiglio Comunale nella sede del Comune: negli spazi attigui alla sala saranno esposte le foto. Inaugurato (per la seconda volta) da Benito Mussolini nel 1932, il candido tempio su otto colonne, somigliante a un’aquila in volo per chi osserva dal mare, fu in realtà completato nel maggio del 1930 dopo sette anni di lavori realizzati su progetto dell’architetto Guido Cirilli.

Già presidente della Provincia, Cirilli era considerato una gloria locale per i numerosi progetti all’epoca portati avanti. La visita di Mussolini ad Ancona, del 3 novembre 1932, vuole suggellare alcune realizzazioni di cui il fascismo anconetano è orgoglioso, scrive Massimo Papini nel volume collettivo “Le Marche e il regime fascista”. Inaugura, infatti, il palazzo Littorio, il palazzo della Poste e, appunto, il monumento ai caduti. “Ben sessantanove sono le opere importanti compiute nel primo decennio fascista in Ancona e provincia”, scrive Velox, mensile d’attualità fiorentino che dedica alla visita grande spazio.

L’origine “fascista” del tempio monoptero circolare è simboleggiata dalle decorazioni che lo ornano: elmi, spade e fasci littori. Il “monumento del Passetto” è costruito interamente in pietra d’Istria.



Monumento ai Caduti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2012 alle 13:58 sul giornale del 26 ottobre 2012 - 3761 letture